Meravigliosa Costa Brava: un viaggio tra splendide spiagge, piccoli villaggi e ottimo vino 2


Un piccolo angolo di paradiso

La Costa Brava è sicuramente una delle zone costiere più belle e frequentate della Spagna: si estende per circa 200 km ed inizia dalla località di Blanes fino a raggiungere i confini con la Francia.

Una destinazione turistica molto apprezzata, soprattutto per l’acqua cristallina, i piccoli villaggi che si affacciano sul mare, le sue coste frastagliate ed il buon cibo.
Ci sono tantissime spiagge e calette, alcune molto conosciute e quindi particolarmente affollate, altre più nascoste che sono dei veri angoli di paradiso.

Alcune spiagge sono difficili da raggiungere soprattutto se non si dispone di auto propria perché tante località non sono collegate con i mezzi pubblici.La soluzione migliore, se ne hai la possibilità, è quella di noleggiare una macchina: in questo modo hai la piena libertà di visitare tutte le località e le spiagge che desideri.

Camino de Ronda

Se ti piace camminare, puoi prendere parte a uno dei “Caminos de Ronda”. Di cosa si tratta?
Sono itinerari che collegano i diversi villaggi sulla costa e permettono di scoprire angoli preziosi che altrimenti sarebbero inaccessibili.

Ce ne sono diversi e variano in base al tempo di percorrenza e livello di difficoltà. E’ sempre consigliabile andare con scarpe da trekking perché, in alcuni punti, il terreno è irregolare e la costa è piuttosto frastagliata.
Tra i luoghi più rappresentativi del Camino de Ronda ci sono Palafrugell, Calella, Llanfranc e Tamariu.

Palafrugell

Il Comune di Palafrugell è considerato la capitale economica della regione Baix Empordà. Ha un nucleo industriale e commerciale importante (tappi da sughero e produzione di vini), ma allo stesso tempo ha mantenuto le caratteristiche di un tempo, con il suo centro storico, i resti della mura e la sua chiesa gotica.

Se visiti questa località, ti consiglio di passeggiare nel centro storico, fare un giro tra le bancarelle colorate del Mercato Municipale e visitare il Museo del Sughero.

mercato municipale palafrugell

Calella di Palafrugell, Llanfranc e Tamariu

Calella è uno delle tre villaggi più caratteristici ed esclusivi della Costa Brava. Il paesaggio è tipico dei paesini di mare sulla Costa: piccole calette, casette di pescatori dal colore bianco e blu, stradine strette piene di negozi di souvenir.

L’atmosfera che si respira è piacevole e rilassante, anche se in piena estate le spiaggette si riempiono di turisti. In questa zona, puoi goderti un po’ di sole nelle spiagge di Sant Roc, Port Pelegrí e Canadell.
La spiaggia più grande di Calella è la Playa Central de Calella, divisa in tre parti: Can Calau, Port Bo e Port de Malaespina.

Da sfondo, casette colorate, porticati maiolicati e tanti ristoranti, dove potrai gustare i piatti della gastronomia della Costa Brava, piatti deliziosi e prodotti di ottima qualità.

calella costa brava

Se Calella è località più turistica tra le tre, i paesini di Llanfranc e Tamariu hanno mantenuto maggiormente la loro autenticità ed il fascino dell’antico villaggio marinaro. Qui le spiagge sono più tranquille ed inoltre, soggiornare e mangiare qui è meno caro.
Consiglio vivamente di visitare e conoscere questa zona e queste località di mare: i paesaggi sono spettacolari, l’acqua cristallina dalle sfumature incredibili e si mangia davvero molto bene.

Se visiti la Costa Brava la prima settimana di luglio, non puoi perderti l’evento che ogni anno si svolge a Calella il primo sabato del mese: un evento musicale dove a farla da protagonista è la Habanera, ossia il canto popolare e la danza di origini cubane che si è diffusa in Spagna nel corso dei secoli, portati dai pescatori spagnoli che andavano in America.
E’ un evento molto importante che ogni anno attira tantissime persone, turisti e cittadini della regione.

Palamós

Si tratta di una delle località di riferimento per il turismo sulla Costa Brava, a poca distanza da Palafrugell: ha 7 spiagge facilmente accessibili e numerose calette, alcune raggiungibili solo via mare, come le spiagge di Castell e Cala Estreta.

Palamós è sede anche di importanti eventi sportivi come la prestigiosa regata Christmas Race e la Meditteranean International Cup.

Il porto è uno tra i più importanti della Catalogna ed è molto caratteristico. Qui inoltre ho partecipato per la prima volta alla vendita all’asta del pesce fresco: ogni giorno, al tramonto, i pescherecci rientrano in porto con la pesca del giorno e all’interno della Loggia di Palamós, inizia la vendita di centinaia di chili di pesce che successivamente vengono distribuiti su tutta la penisola.

gambero rosso palamos

Nonostante l’odore del pesce fosse veramente molto forte, assistere all’asta è stato molto interessante, soprattutto per conoscere la vera essenza marinara di questo popolo.
Ovviamente, non posso che consigliarti di assaggiare il gambero rosso di Palamós, il prodotto stella di questa zona.

Pals e le sue risaie

Pals è un meraviglioso paesino medievale situato su un colle. Il suo nome deriva da Palus, che significa palude. La collina su cui questo paesino si trova, domina infatti una valle a suo tempo paludosa che è stata bonificata ed attualmente si caratterizza per le risaie e la produzione di riso.

Pals è davvero splendido, così magico e particolare che sembra di essere all’interno di un film. Se in estate è molto animato, pieno di turisti, ristoranti e negozi di souvenir; in inverno diventa una vera e propria scenografia da film ambientata in pieno Medioevo.
Muri a pietra vista, finestrelle colorate, angoli nascosti…una meraviglia.

La località di Pals gode del clima ideale per la produzione del riso e proprio qui ho visitato le risaie accompagnata dal titolare della piccola azienda familiare Arròs Estany che mi ha fatto conoscere le diverse tipologie di coltivazione ed elaborazione del riso…non pensavo ci fossero così tanti tipi di riso differenti!

Ed inoltre, sono tornata a casa con un confezione di riso “Akita Komachi”, il riso perfetto per preparare piatti di cucina giapponese. #loveit

Le cantine della Baix Empordà

Questa zona è conosciuta per i vini di altissima qualità e sono numerose le cantine che aprono le loro porte per poter degustare i migliori vini di produzione locale.
Tra le cantine che ho avuto il piacere di visitare ci sono la Cantina di Clos d’Agon e la Cantina Brugarol presso la Fattoria Bell-lloc.

La Cantina di Clos d’Agon appartiene a 6 svizzeri amanti del vino, che hanno deciso di acquistare la fattoria nella zona di Calonge (Girona).
Qui le varietà di uva per il vino rosso coltivate sono syrah, cabernet franc, merlot e cabernet sauvignon; per il vino bianco si coltivano varietà come viognier, marsanne e roussane.

degustazioni vini costa brava

La Cantina Brugarol si trova immersa in un paesaggio splendido tra i vigneti e si caratterizza per un’architettura davvero peculiare: le sale della cantina si distribuiscono all’interno di una serie di camere sotterranee, opere di un progetto architettonico dello studio RCR.

La Fattoria dispone anche di splendide camere dove poter trascorre un weekend romantico in tranquillità…c’è anche la piscina! 😉

COME ARRIVARE

Se non si dispone di auto propria, da Barcellona puoi raggiungere questa zona utilizzando il bus o il treno.

Dalla Estació del Nord c’è un servizio della Sarfa che raggiunge Palafrugell. Da lì però, per spostarsi nella altre località vicino è necessario prendere un taxi. Il treno raggiunge invece Girona e da lì puoi prendere un bus fino a Palafrugell.

Il servizio della Sarfa raggiunge anche la località di Palamós, mentre per raggiungere Pals è preferibile avere una macchina a disposizione (ci sono linee di autobus ma non sono molto comode per eventuali spostamenti da una località all’altra).

Ti può interessare


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 commenti su “Meravigliosa Costa Brava: un viaggio tra splendide spiagge, piccoli villaggi e ottimo vino

  • Pietrolley

    Il tuo articolo mi ha fatto venire ancora più voglia di partire!
    Ormai manca meno di un mese… 🙂
    Cercando info su internet, mi sono reso conto che le cose da fare e vedere sono molte! Io ho cinque giorni, cercherò di sfruttarli a dovere, senza però fare per forza di fretta.

    • Martina L'autore dell'articolo

      Ciao Pietro, eh si! La Costa Brava merita davvero! Beh, 5 giorni comunque non sono pochi dai, vedrai che te la godrai alla grande!