Bali e la sua gastronomia. Alla scoperta dei piatti tipici indonesiani


Cosa si mangia a Bali….

Una delle prime domande che mi è stata fatta quando sono tornata a casa dopo il viaggio a Bali, è stata “Ma cosa si mangia a Bali?
La gastronomia balinese è il risultato del mix di culture che popolano e hanno popolato quest’isola nel corso dei secoli.

I piatti tipici balinesi sono semplici, generalmente preparati con pochi ingredienti quali riso, verdure, carne o pesce, ma presentano sapori forti e decisi.
Vengono utilizzate molte spezie e questo perché molte pietanze riflettono la cultura gastronomica di paesi come la Cina e l’India.
Zenzero, cumino, arachidi, peperoncini, cocco, lime, aglio e tanto altro ancora…una cucina semplice ma piuttosto saporita.

Oltretutto si tratta di una cucina molto sana perché non vengono utilizzati mai pane e derivati e prodotti grassi come ad esempio il formaggio, praticamente inesistente ( e di fatto questo un po’ a me dispiace, golosa di formaggio come sono. 😛 )
Anche i dolci, sono poco diffusi…

risaie_gastronomia_bali

Alla base di tutti i piatti tradizionali, molto spesso c’è il riso, chiamato “ nasi”. Il riso accompagna quasi ogni portata e per la cultura balinese è molto importante, tant’è che le varietà di riso balinesi (rosso, nero, bianco e giallo), sono ritenuti sacre.

Per le strade di Ubud e Kuta, località in cui ho soggiornato io, ci sono tantissimi ottimi ristoranti che propongono piatti di qualità. Vale la pena, provarne uno differente ogni sera!

7 piatti tipici da assaggiare a Bali

Nasi Goreng

Il piatto tradizionale per eccellenza. Si tratta di riso fritto o bollito, saltato in padella con verdure, carne (manzo o pollo), pesce (gamberetti o granchio) e uova.
Ad insaporire, un po’ di spezie come aglio, tamarindo e salsa di soia dolce (chiamata “kecap manis”).

nasi_goreng_bali

Mie Goreng

I miei amati noodles!!! Anche questo piatto viene proposto in ogni ristorante ed è preparato nella stessa maniera con cui viene preparato il Nasi Goreng, ma invece del riso, vengono cucinati i noodles!! Io lo preferisco!

mie_goreng_bali

Nasi Campur

Si tratta sempre di un piatto a base di riso, però questo è più completo: il riso bianco viene servito con diversi tipi di contorni che possono includere verdure, carne, pesce, tofu e altre piccole pietanze balinesi.
E’ uno dei piatti tipici indonesiani particolarmente apprezzato dai turisti perché generalmente, quando si ordina, si può scegliere il contorno che si desidera.

In questo modo, chi è “alla prime armi” con la cucina indonesiana, può optare per il piatto che da più sicurezza, evitando così il rischio di provare sapori troppo strani! 😉

Satay o Satay Lilit

Sfiziosi spiedini di carne (pollo, maiale o pecora) serviti con salsa d’arachidi. Io che amo tutto ciò che è preparato con le arachidi, ne andavo matta!! Buonissimi!
Oltre alle arachidi, a dare sapore, vengono aggiunti latte di cocco, succo di limone, cipolla e pepe.

La versione Satay Lilit è preparata con il pesce la cui polpa viene mescolata con la noce di cocco.

satay_bali_gastronomia

Babi Guling

Ammetto di non averlo mai mangiato pur essendo il piatto più rappresentativo di Bali, ma mi ha sempre fatto un po’ senso.
Si tratta di un maialino arrosto, che viene marinato utilizzando diverse spezie, tra cui la curcuma, e arrostito lentamente su di uno spiedo, in modo che la carne si mantenga tenera il più possibile.

Per rendere l’idea, è un po’ come il porceddu sardo, e pensare che si tratti di un maialino ancora non svezzato…beh, non ho mai avuto il coraggio di mangiarlo.

Soto Babi

Rimanendo in tema carne, il Soto Babi è un altro piatto particolarmente amato dai balinesi, però forse non particolarmente accattivante per i palati europei.
Si tratta di una zuppa di carne, generalmente di suino, ma ne esistono diverse varianti a secondo del tipo di carne utilizzata.

Gado Gado

Diamo un po’ di respiro ai vegetariani! 😉
Il Gado Gado è un piatto di verdure miste cotte al vapore con aggiunta di uova sode, tempeh (fagioli di soia bolliti)e tofu fritto.
Il tutto meravigliosamente condito con la salsa d’arachidi! Molto buono!

Passiamo ai dolci e al digestivo!

Come ho accennato in precedenza, la gastronomia balinese non prevede molti dolci però ce ne sono due che ho provato e posso dire di aver apprezzato! 😉

Il primo l’ho assaggiato per colazione e di fatto si tratta di un semplice pancake generalmente preparato con frutta, come ananas o mango, con aggiunta di cioccolato e/o marmellata.
Ci sono varie versioni e lo si può provare ovunque, non solo a colazione..si tratta infatti di uno dei tipici piatti da “street food”.
C’è anche la versione fritta, chiamata “Martabak”.

pancake_bali

L’altro dolce che ho provato, sinceramente non so come si chiama, ma si tratta di un budino preparato con latte di cocco, riso o tapioca.
Quello che ho provato io, in un ristorante di Ubud, aveva piccole palline di tapioca bianche e gelatinose immerse nel latte di cocco. Strana la sensazione nel masticare queste palline un po’ appiccicose, ma il sapore era buono!
Conosciuto tra i balinesi è il Bubur Injin, preparato con riso nero.

budino_tapioca_bali

Terminato il pasto, concludo con frutta e digestivi!

Si potrebbe scrivere un post solo per parlare della frutta balinese…ah che bontà!! Non ero mai stata in Asia prima di Bali e la frutta che ho assaggiato qui era veramente eccezionale!

Mango, ananas, papaya, cocco e tanti altri tipi di frutta tropicali serviti per strada e mai provati prima come il mangosteen, frutto dolcissimo dai piccoli spicchi bianchi.

Per concludere il caffè, che a Bali non manca!! Sull’isola si trovano un sacco di piantagioni di caffè!
Ovviamente non si tratta del caffè espresso italiano, anzi, qui il caffè viene preparato in stile turco ossia con il fondo di caffè: ciò significa che, prima di berlo, devi imparare a lasciare che il caffè si depositi sul fondo del bicchiere, altrimenti è imbevibile… ma il sapore è intenso ed anche piuttosto buono! 🙂

caffè_kopi_bali

Oltretutto a Bali, viene coltivato uno dei caffè più pregiati e costosi al mondo, il Kopi Luwak.
Il suo nome deriva dagli animaletti che ne ingeriscono i chicchi…ora spiego perché!
Questi animaletti mangiano le bacche di caffè ed il processo di digestione, attraverso gli enzimi dello stomaco, fa si che venga eliminata tutta l’acidità del caffè cambiandone così l’aroma.
Lo so che l’idea che il caffè provenga dalla pancia (per essere fini) di questi animaletti, faccia un po’ senso, ma quando si viaggia in giro per il mondo bisogna provare ed assaggiare tutto no? 🙂

Se non vuoi pensare al caffè, riprenditi pensando alla birra, la famosa Bintang! Presente in ogni bar dell’isola! 😉

bintang_bali

Ti può interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.