Mangiare nel Sud Est Asiatico. Il cibo di strada, i piatti tipici e le esperienze con i locals


Un viaggio tra i sapori autentici di un mondo ricco di sorprese..

Chi mi conosce sa quanto io adori mangiare e soprattutto quanto io ami provare il cibo ed i prodotti locali di ogni paese che visito. Mi piace curiosare e provare ogni cosa e per me non c’è niente di meglio del cibo di strada. Tra Thailandia e Filippine non mi sono trattenuta!

Prima di partire ero stata avvisata da molti: “Mi raccomando, fai attenzione a quello che mangi, non bere acqua dal rubinetto, ma solo in bottiglia, non mangiare per strada, non mangiare la frutta già pelata, attenzione quando ti lavi i denti”.

Quante paranoie. Ed io sono partita così, pensando al rischio che avrei corso mangiando cibo di strada nei mercati e bar locali. Ho riempito la valigia di medicinali per la diarrea, sono sincera..E poi sali minerali, antibiotici, e mille altre cose per curare ogni male.

Ho iniziato il mio viaggio evitando ogni mercato, della serie “guardare e non toccare”. Io facevo così, un sacco di foto ma non mi azzardavo a provare niente.

Spiedini di carne, pesce fritto, piatti di verdura, frutta di ogni tipo…Facevo tante foto ma poi sceglievo un bar o un ristorante che mi ispirasse fiducia. Un ristorante carino, con un menù ricco di piatti tra cui scegliere.

Mangiavo sempre i noodles, quantità infinite di Pad Thai e poco altro, evitando la carne e spesso anche il pesce perché non avevo la certezza che fossero cotti bene.
Bevevo birra o acqua in bottiglia, evitando soft drinks già versati nel bicchiere (perché ci aggiungono il ghiaccio) o smoothies di frutta perché non sapevo se e come fosse stata lavata la frutta.

Due settimane. Due settimane trascorse così, poi ho detto basta.
Ho deciso di provare tutto quello che mi incuriosiva, indipendentemente dal fatto che fosse esposto in una bancarella di un mercato oppure no.

Bancarella cibo di strada thailandia

Ho iniziato a mangiare in ristoranti e baretti di strada di dubbio igiene e a non preoccuparmi della frutta comprata per strada. E ho iniziato a mangiare divinamente!!
Ciò non significa che io abbia abbassato totalmente la guardia, ma ho cominciato a fidarmi di più e a pensare che niente è così grave come sembra, che bisogna provare, che bisogna buttarsi.

L’esperienza nel Sud Est Asiatico è anche questo, basta limitarsi! Goditela e vivi tutto ciò che c’è di più autentico!

L’unica cosa su cui non ho sgarrato mai è stata l’acqua. La compro sempre in bottiglia quando mi è possibile.

Il cibo di strada tra Thailandia e Singapore

Il primo impatto con il cibo di strada è stato piuttosto “strong”, con gli insetti (e ragni) fritti su Khao San Road a Bangkok. Che impressione!!

cibo di strada Bangkok

Nel giro di pochi giorni mi sono resa conto di quante bancarelle ci sono in giro per la città, in ogni angolo c’è qualcuno che vende qualcosa, che ti prepara una zuppa a base di pollo o gamberi o uno sfizioso Pad Thai.

Chinatown è uno dei quartieri che si caratterizza per il cibo di strada, gli odori sono molto forti, la varietà di cibo impressionante.

cibo chinatown bangkok

Ad Ayutthaya il mercato di strada era molto bello e le pietanze molto accattivanti. Piatti colorati, odori deliziosi.

Non è stato da meno il cibo di strada di Chang Rai, dove ho mangiato un piatto di verdure e pesce fritto gustosissimo. Ero nel centro del paese, in una serata di festa con musica, karaoke, e tantissima gente, quasi tutta del posto.

cibo di strada Chang Rai Thailandia

Anche a Singapore ho mangiato nel quartiere di Chinatown, dove ho assaggiato dei gyoza di pesce fenomenali, piccanti il giusto. Ho anche curiosato tra le bancarelle di prodotti essiccati, che però in realtà mi hanno un po’ disgustato…
Viene essicato di tutto! Puoi trovare pesce, frutta, verdura, alghe, spezie e altri prodotti che non sono stata in grado di riconoscere. 😉

Comune a Singapore come anche in Thailandia, è il frutto Durian: un frutto che si può mangiare fresco o essicato e che viene utilizzato anche per preparare biscotti, torte o caramelle.

La cosa divertente è che questo frutto ha un odore molto sgradevole e per questo in alcuni luoghi pubblici è proibito. Se sali sui mezzi pubblici con il Durian, ti fanno la multa!

frutto durian Singapore

Il cibo di strada nelle Filippine

Per quanto riguarda le Filippine, la situazione sembrava ancora più tragica. In molti mi avevano detto che in questo paese si mangiava male, ma soprattutto che si doveva fare molta attenzione a quello che si metteva sotto i denti. Più di una persona mi aveva avvisato.

Sono quindi arrivata in questo paese un po’ preoccupata, ma l’ansia è durata ben poco! 🙂

Nell’isola di Malapascua ho soggiornato presso la fantastica guest house Villa Sandra, dove ho mangiato degli ottimi piatti vegetariani.
Ho visitato l’isola di Kalangaman dove ho mangiato noodles e pesce fresco sulla spiaggia.
Nella città di Cebú ho assaggiato le banane fritte comprandole direttamente dal finestrino del bus su cui stavo viaggiando.

cibo di strada Cebu Filppine

Tutto ottimo, tutto delizioso, mai nessun problema. Più passavano i giorni e più vivevo la vita locale, come sto facendo ora.

Una delle esperienze più belle l’ho vissuta a Camotes Islands, dove insieme ai miei amici di viaggio, siamo stati invitati a cena a casa di una famiglia del posto: durante il viaggio in barca, da Cebú a Camotes, abbiamo conosciuto una ragazza carinissima che ha iniziato a darci informazioni utili sull’isola e ci ha aiutato a trovare un alloggio dove dormire la prima notte…E ci ha invitato a cena, a casa della sua famiglia!

Non solo, siamo stati invitati anche il giorno successivo, a pranzo, per festeggiare insieme il compleanno del papà.
Un pranzo eccezionale a base di “Pancit” (noodles filippini), zuppa di carne e verdure, riso, pollo ed un piatto un po’ piccante preparato con alghe, tipiche della zona.

Cena locale filippine

Condividere il pranzo con questa famiglia è stato bellissimo, qui le persone sono speciali, così generose e disponibili. Trascorrere del tempo con le persone del luogo, è qualcosa di unico: belle persone, belle vibrazioni, esperienza vere ed autentiche.

Il cibo è una delle esperienze più importanti del viaggio, il cibo fa parte della cultura e bisogna “viverlo” fino in fondo, provando piatti e pietanze del luogo. Che c’è di meglio di un pranzo con una famiglia filippina? 🙂

E perché non prendere parte ad una festa di paese, nella cittadina di San Francisco? Immaginati una festa religiosa (qui sono cattolici), tutto il paese in festa, musica e bancarelle con cibo di strada.

Ho provato degli spiedini di carne (pollo e maiale) acquistati in una bancarella vicino al porto. Mentre li mangiavo, pensavo “Questa volta mi becco qualcosa, un mal di pancia assicurato!”… Ed invece, dopo una bella scorpacciata di spiedini e riso, sono stata benissimo!

cibo di strada camotes islands filippine

Attualmente mi trovo nell’isola di Palawan, dove per 15 giorni, sono stata ospite di Michael presso il villaggio Vue Grande a Sibaltan (attraverso il programma Workaway).

Michael è un ottimo chef e prepara piatti incredibili!! Ogni giorno prepara piatti locali, ma non solo, una sera ha fatto anche la pizza! 😉
Tra i piatti più buoni, ho assaggiato:

  • Kari Kari: carne o verdure in salsa di arachidi
  • Lomi: zuppa a base di noodles, verdure e uova
  • Tortang Taking: un’omelette di melanzane
  • Kinilaw: pesce marinato con chili, zenzero, cipolla, lime e vinaigrette. Una delizia!! (assomiglia un po’ al ceviche peruviano)

cibo Vue Grande Palawan Filippine

La mia esperienza con il cibo fino ad ora è stata incredibilmente positiva, ho mangiato benissimo in Thailandia e ancora di piu’ nelle Filippine! In questi paesi, con pochi ingredienti (quasi tutto è a base di riso, carne e verdure), si possono gustare piatti sfiziosi dai sapori unici.

Niente paura, metti da parte le preoccupazioni, assaggia il cibo di strada, gusta i piatti locali in un bar di quartiere.
Un occhio di riguardo sempre, ma anche tanta spensieratezza!

Si viaggia con il cibo e nel Sud Est Asiatico vale la pena vivere tutto alla grande!

 

Ti può interessare