Sud Est Asiatico. Quando anche mille parole scritte non potranno mai descrivere ciò che vedo e sento 4


Sud Est Asiatico come filosofia di vita

Sono passati più di tre mesi da quando sono partita per il Sud Est Asiatico e mi rendo conto che ogni giorno prendo sempre più coscienza di quello che ho fatto e sto facendo ogni giorno.
Emozioni
 e vita vissuta che nessuna parola, nessuna foto o articolo scritto, potranno mai realmente raccontare ciò che sto vivendo.

Prendere e partire. Non è una cosa da tutti, ma lo fanno in molti. Ne ho conosciuti decine e decine di ragazzi che si sono messi lo zaino in spalla e sono saliti su un aereo con un biglietto di sola andata.

Decine di storie ogni giorno, decine di vite che si sono incrociate con la mia in questi ultimi 90 giorni. Vite che ti regalano emozioni ogni giorno. Vite vissute a confronto, esperienze condivise, sogni, responsabilità, gioie e dolori.
Racconti di vita tra perfetti sconosciuti, ma che insegnano più di quanto ci si possa immaginare.

Chiamale se vuoi emozioni..

Thailandia, Singapore, Filippine, Vietnam.

Italia, Spagna, Francia, Germania, Inghilterra, Olanda, Belgio, Portogallo, Austria, Danimarca, Australia, Corea del Sud, Stati Uniti, Messico, Argentina, Perù, Canada, Brasile, Uruguay, Israele, Sud Africa.
E chissà, forse me ne dimentico qualcuno.
I paesi da cui provengono tutte le persone che ho conosciuto in questi mesi. 

sud est asiatico incontri

Vite che si incrociano e ricordi che ogni giorno si fanno sempre più belli ed intensi.
Con alcuni ho trascorso insieme solo qualche ora, con altri settimane intere. Centinaia di foto scattate, decine di baci e abbracci, decine di avventure.

Dopo 3 mesi, quando inizi a scorrere tutte le foto sul cellulare, gli occhi si fanno lucidi e non puoi far altro che riflettere.
Davvero ho vissuto tutto questo?

freccette vietnam

E allora il gioco delle freccette appeso sulla parete di un ostello a Da Nang, in Vietnam, ti farà ricordare di quella volta a che ci hai giocato a Coron, nelle Filippine, insieme ai tuoi compagni di viaggio con cui sei stata per 3 settimane e ti mancheranno.

Un nuovo giro in kayak ti farà ricordare quando hai preso il kayak a noleggio in Thailandia insieme ad una delle tue amiche più care di sempre e ti mancherà da morire, o quando ci hai fatto un giro tra splendide lagune del Nido insieme ad un ragazzo di Barcellona che sai rivedrai quando tornerai a casa.

catamarano filippine

Salirai sull’ennesimo catamarano e non potrai far altro che pensare a tutti i catamarani presi tra le isole delle Filippine, ricorderai quelle spiagge, le belle persone, i pranzi in spiaggia, le serate con la birra, il Tanduay.

Passeggi per Hanoi e ti rendi conto di quanto tutto sia cambiato da quella prima volta in cui hai messo piede a Bangkok.

Quando non conoscevo ancora niente, quando ci mettevo 10 minuti ad attraversare la strada per paura del traffico, quando la regola dello street food era “guardare e non toccare”.
Quando occhi e sguardi diversi dai miei mi fissavano ed io mi intimorivo un po’.

Quante cose sono cambiate, un bagaglio personale che si fa sempre più grande. Quanta cultura, quanta diversità che mescolata tutta assieme diventa perfezione.

rules filippine

Cosa ho imparato

Siamo belli noi, backpacker. Anime leggere che viaggiano da un posto all’altro con la spensieratezza e curiosità di scoprire ogni giorno un mondo nuovo.
Quante cose ho imparato, di me stessa e degli altri.

Ho imparato:

  • che basta vivere con pochissime cose per essere felici
  • che bisogna sorridere
  • che bisogna condividere
  • che nella vita bisogna osare
  • che ogni lasciata è persa e allora bisogna buttarsi

Quando tornerò a casa, entrare in un un ristorante vietnamita non sarà più la stessa cosa.
Non guarderò piu l’armadio per 10 minuti lamentandomi perché non so cosa mettermi, perché per 3 mesi (e oltre) ho messo le stesse cose ogni settimana e posso confermare che si vive benissimo.

Ogni pancake o omelette che mangerò, mi ricorderanno le colazioni di tutti gli ostelli in cui sono stata.
Quando entrerò in un supermercato ricorderò gli store filippini dove non trovavo mai niente di quello di cui avevo bisogno e di quel giorno in cui li ho girati tutti per cercare il latte fresco che mi serviva per fare le crepes francesi.

negozio filippine

Il traffico di Barcellona mi ricorderà che ho attraversato strade vietnamite schivando centinaia di motorini ed attraversare la Gran Via sarà un gioco da ragazzi.
Quando soffrirò per l’afa catalana, penserò al caldo vietnamita e tutto sarà più fresco.                                                                                 

Tante piccole cose, tante emozioni che nessuna parola scritta e nessun articolo in un blog possano realmente raccontare.
Nessuna fotografia che possa realmente mostrare ciò che hanno visto e vedono i miei occhi.

Gli scatti

Non potrei vivere senza scattare. Scatto foto ogni giorno, anche quando non sono in viaggio.
Scatto per me stessa, per i miei ricordi, cerco di immortalare ogni momento perché niente venga dimenticato, perché niente si affievolisca con il tempo.

bambini sud est asiatico

Le emozioni possono trasparire attraverso le fotografie, ma nessuno saprà mai cosa ho provato realmente quando nelle Filippine ho scattato i selfie insieme ai bambini in spiaggia, quando ho fatto snorkeling per la prima volta in una barriera corallina, quando mi sono tuffata da un Gran Canyon a Chang Mai o quando sono rimasta a guardare il cielo per ore dal Marina Bay Sands di Singapore.

I brividi provati guardando le risaie ed il fiume di Tam Coc dall’alto, la pace dei sensi dentro i templi thailandesi, la spensieratezza davanti ad una birra nelle spiagge deserte delle Filippine.

Quante immagini mi rimarranno impresse negli occhi dopo un viaggio cosi?

Questo Sud Est Asiatico che mi mancherà tantissimo quando sarò tornata in Europa.
Ci penso ogni volta che prendo un aereo, un bus o una barca. Guardo fuori dal finestrino e penso a quanto questo mondo così diverso dal nostro, nelle sue imperfezioni sia così perfetto.

fotografie e pensieri sud est asiatico

Quanto le strade piene di caos e smog, tra persone che parlano una lingua incomprensibile, mi abbiano messa a mio agio e reso spensierata come non mai.
Penso a tutti quegli “Hellooooo” e sorrisi ricevuti per strada mentre viaggio in motorino, a tutti quegli sguardi curiosi, a quegli occhi che ti scrutano.

Sarà stranissimo tornare a Barcellona dopo tanto tempo, dopo aver vissuto in questa parte di mondo. Spero di portare con me tutto quello che qui ho imparato.
Il Sud Est Asiatico come filosofia di vita.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 commenti su “Sud Est Asiatico. Quando anche mille parole scritte non potranno mai descrivere ciò che vedo e sento

    • Martina L'autore dell'articolo

      Ciao Ale, eh sì guarda…a volte penso davvero che quando tornerò a Barcellona, l’Asia mi mancherà un sacco!!!

  • Barbara Bassi

    Marty è bellissimo tutto questo … in questi mesi ti ho pensato tanto e parlato a chiunque di te e di questa tua avventura, ovviamente aggiungendo molto fieramente che ho avuto la fortuna di conoscerti di persona! 😉
    Un abbraccio grande e … a presto!

    • Martina L'autore dell'articolo

      Barbara!!! Grazie!!! 🙂
      Spero di rivederti presto e raccontarti tutto di persona! Un bacio ed un abbraccio grandi!!