Vietnam tutto da scoprire. Da Nord a Sud, tutte le tappe più belle 22


Un paese bellissimo che mi sono goduta per un mese intero.

Il Vietnam era uno di quei paesi di cui non conoscevo nulla, ma che volevo visitare e già sapevo, ancora prima di comprare il biglietto aereo per arrivarci, che me ne sarei innamorata.

halong bay vietnam

Quando non hai piani precisi, ma vuoi vedere un paese, la scelta della prima tappa dipende principalmente da due cose: come arrivarci nella maniera più semplice possibile & come arrivarci spendendo il meno possibile.

Io ero nelle Filippine e l’idea che avevo era partire da Nord e scendere verso Sud, soprattutto perché a maggio, quando sono partita, iniziava la stagione delle piogge, con maggiore rischio a Nord.
Il volo diretto Manila/Hanoi costava però parecchio e così ho scelto di passare da Ho Chi Minh, a Sud, ma solo per cambiare il volo. Una notte in aeroporto e la mattina seguente, in viaggio verso Nord! 😉

Tutte le mie tappe in Vietnam

Sono atterrata in Vietnam il 29 aprile, prima splendida tappa, Hanoi.
Una grande città con un centro storico bellissimo ed estremamente incasinato, ma molto affascinante. Negozietti con prodotti d’artigianato, coffee bar creativi, mercatini, cibo di strada, venditori ambulanti, motorini, confusione e musica.
Amo tutto questo caos. Ero pronta ad immergermi tra il labirinto di strade dell’Old Quarter. Un caldo ed un’afa terribili, ma poco mi importava.

hanoi vietnam

Da non perdere ad Hanoi: Ho Chi Minh Museum + The Temple of Literature + il lago nel centro città + il Night Market.
Consiglio vivamente di perdersi per le viuzze del centro storico (ma con l’app Maps.me sempre a portata di mano, che non si sa mai! ) per scoprire angoli nascosti, piccole boutiques, etc.

In una zona della città c’è una stazione ferroviaria e camminando, ci si ritrova ad un certo punto ad attraversare la ferrovia…ma c’è un particolare! La ferrovia passa in mezzo alle case, davanti alle porte di casa…e ci si ritrova a camminare piacevolmente lungo i binari senza preoccuparsi che possa arrivare un treno! 🙂

ferrovia hanoi

3/7 maggio – Ho lasciato Hanoi (temporaneamente) per raggiungere Halong Bay / Cat Ba Island (bus + traghetto + bus).
L’Isola di Cat Ba in sé non offre nulla di speciale, ma la baia è meravigliosa!!!
Da fare, assolutamente, il tour giornaliero in barca che porta e fa scoprire diversi luoghi della baia. Se si vuole spendere un po’ di più si può anche dormire una notte in barca.

7/9 maggio – Ninh Binh/Tam Coc ( in bus da Hanoi). Qualcuno di voi ha visto l’ultimo film di King Kong? Ecco, io non lo sapevo, ma il film è stato girato qui! Natura mozzafiato, verde a perdita d’occhio, atmosfera rilassante, fiumi e pagode.
Tappa obbligatoria se si visita il Vietnam. Almeno per me, questo è uno dei luoghi che ho amato di più.

tam coc vietnam

9/10 maggio – Ritorno ad Hanoi per riprendermi il passaporto. L’avevo lasciato per il rinnovo del visto.

10/12 maggio – direzione Hue ( ho preso un volo da Hanoi). Piccola cittadina con un centro storico imperiale (una piccola città imperiale come Pechino), tombe degli imperatori ed un lago con un parco acquatico abbandonato che affascina un sacco!!

hue vietnam

12/14 maggio – verso Da Nang ( in bus da Hue). Cittadina costiera frequentata principalmente da coreani e cinesi in vacanza. Vita da spiaggia, grandi hotel e centro commerciale. Qui l’atmosfera distaccata un po’ dal Vietnam autentico.

14/19 maggio – direzione Hoi An (in bus da Da Nang). Il mio luogo preferito in Vietnam!! La città delle lanterne. Una cittadina magica, dove il centro storico rimane chiuso alle macchine ed in certi orari anche ai motorini, dove si gira in bicicletta e a piedi tra strade colorate, piene di fiori, lanterne che illuminano la città di notte, ottimo cibo, localini super graziosi. Qui ho partecipato per la seconda volta, al programma Workaway, per 5 giorni.

hoian vietnam

19/22 maggio – verso Sud, verso Ho Chi Minh ( o Saigon). Ho preso un volo da Da Nang. Eccomi arrivata a Sud, nell’altra grande città del Vietnam. Qui ho fatto Couchsurfing e ho conosciuto una ragazza che mi ha ospitato e fatto conoscere la sua città natale, Chu Chi.

Ho conosciuto la sua famiglia, mangiato con loro, visitato i Chu Chi Tunnels. Anche a Saigon è tutto un caos! Traffico, motorini ovunque, miriade di bar e locali dove mangiare. A differenza di Hanoi, Saigon ha uno stile più occidentale.

22/26 maggioMui Né (in bus da Saigon). Cittadina sul mare, senza niente di speciale ma tanto relax. Mi sono goduta i miei ultimi giorni in Vietnam tra piscina, chiacchiere con i ragazzi dell’ostello. Da vedere quí: le Red and White Dunes, il deserto sulla costa vietnamita.

white dunes vietnam

26/28 Saigon. Sono rientrata in città in bus, per altri due giorni, prima di lasciare il Vietnam. Da vedere in città: il mercato di Ben Thanh + l’Indipendence Palace + Night Market (il fine settimana) + Museum of Vietnam (sulla storia e guerra in Vietnam, piuttosto forte).

Qualche consiglio e curiosità sul Vietnam

Il caffè vietnamita – Ho scoperto che in Vietnam si beve tanto caffè, ed è buono! L’originale è caffè nero filtrato (con aggiunta di latte condensato se lo si vuole “macchiato”); però ci sono altre specialità tra cui l’”Egg Coffee” ed il “Coconut Coffee”.
L’”Egg Coffee” è preparato con la crema all’uovo, il nostro zabaione e a me è piaciuto molto. La prima volta l’ho provato ad Hanoi, nel Cafe Pho Co, vicino al lago (posticino carino con vista sulla città, un po’ difficile da trovare).

egg coffee vietnam

Il “Coconut Coffee” è un caffè freddo preparato con latte di cocco. Super rinfrescante in una giornata afosa vietnamita! Io l’ho provato a Da Nang.

Crema corpo – Impossibile da trovare in Vietnam, se la si trova è con effetto sbiancante. Questo perché i vietnamiti desiderano avere la pelle chiara (per un discorso di status sociale) e quindi cercano di schiarirsi la pelle. Sempre per questo motivo, è piuttosto difficile trovare la crema solare, perché i vietnamiti non voglio abbronzarsi e non è venduta quasi da nessuna parte.
Per i turisti c’è una versione in miniatura (da viaggio), che per i prezzi standard vietnamiti, costa un sacco.

I vietnamiti si coprono dalla testa ai piedi – Fa strano, ma è proprio così. In giro per strada, nonostante il caldo impressionante, le persone sono coperte con maglie a maniche lunghe, pantaloni lunghi, sciarpa per coprire il collo, calzini, guanti. Motivo: evitare ogni raggio solare.

La guida in motorino – I vietnamiti sono bravissimi. Io sono rimasta impressionata dalla capacità con cui i vietnamiti sanno guidare il motorino, nel traffico, in strade a più corsie, in mezzo a rotonde. Non ci sono regole, i semafori ci sono ma si usano poco. Nonostante questo, ognuno va per la sua strada, guidando senza alcuna difficoltà.

Cosa mi e piaciuto del Vietnam? Tutto! 
Paese da visitare almeno una volta nella vita.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

22 commenti su “Vietnam tutto da scoprire. Da Nord a Sud, tutte le tappe più belle