Visitare Barcellona. 10 luoghi da non perdere e 10 cose da fare in città


A Barcellona non ci si ferma mai…

Barcellona è una città piena di meraviglie. Ci sono luoghi e punti di interesse da non perdere e tantissime cose da fare. Sono rientrata nella capitale catalana da poche settimane, dopo 8 mesi trascorsi fuori Europa, e sono pronta ad immergermi nuovamente nella vita barcellonese al 100%!

Che tu sia un turista o un nuovo arrivato da poco trasferitosi a Barcellona, devi sapere subito una cosa: a Barcellona si è sempre in vacanza! 🙂

“In vacanza” perché Barcellona è una città vivace, piena di cose da fare diverse ogni giorno, aperta, solare, felice e qui non ci si ferma mai! Come quando si è in vacanza, ogni giorno è pieno di sorprese, di belle cose da scoprire e luoghi da visitare.
Ho deciso di fare un elenco dei 10 luoghi da non perdere e delle 10 cose da fare in città si o si. Che tu sia a Barcellona solo per qualche giorno o per tutta la vita, non dimenticarti di questi consigli! 😉

La nuova applicazione Trec

Prima di tutto, voglio parlare di lei, la nuova app Trec. Di cosa si tratta?
Trec è un nuova piattaforma che unisce “local expert” e viaggiatori. Se hai bisogno di ricevere informazioni sulla città, vuoi ricevere maggiori dettagli e/o consigli sui luoghi di interesse, ristoranti, bar, trasporti, piatti tipici..o quello che vuoi :), non devi far altro che collegarti al servizio di Trec attraverso la pagina web o direttamente via Facebook Messenger. 

Una volta registratoti con il tuo account, puoi contattare un esperto, che risponderà a tutti i tuoi dubbi e domande sulla città
Ovviamente, tra i local experts, ci sono anche io!! Qualsiasi cosa tu voglia chiedermi, io sarà subito pronta a risponderti! 🙂

 

10 luoghi da non perdere a Barcellona

Lo so, molto probabilmente tutti i luoghi che sto per elencare, li conosci già tutti. Punti di interesse e monumenti famosi in tutto il mondo, ma riunirli tutti in un unico elenco non fa male! 😉

sagrada familia barcellona

Sagrada Familia

Sagrada Familia

Il grande capolavoro di Gaudì. Pochi sanno però che ad iniziare i lavori della Sagrada nel 1882, non fu Gaudì ma un certo Francisco de Paula, un architetto diocesano, che solo successivamente commissionò il progetto a Gaudi. Come tutti ben sanno però, Gaudì non portò a termine l’opera poiché, purtroppo, morì giovane nel 1926.

La realizzazione della Sagrada Familia è tutt’ora in corso, ma nonostante sia costantemente circondata da gru ed impalcature, è uno spettacolo ed è uno dei monumenti più belli di tutta la città.
Si può visitare la Basilica (l’ingresso vale 15€) o salire anche sulle torri per godersi la città dall’alto. All’interno c’è anche un piccolo museo con tutta la storia di Gaudi e tutte le informazioni legate al progetto architettonico.

casa battlo barcellona

Interno di Casa Battló

Casa Milà (la Pedrera) e Casa Battló

Le due case di Gaudì più famose. Entrambe, commissionate a Gaudì da due famiglie borghesi catalane, si trovano su Passeig de Gracia e sono due opere architettoniche meravigliose. Avendo un costo piuttosto elevato (23,5€ Casa Battló e 22€ la Pedrera), molto spesso mi viene chiesto quale delle due scegliere e dare una risposta è piuttosto difficile.
La scelta è soggettiva, sono a mio avviso molto belle entrambe, il loro stile è unico.

parco güell barcellona

Parco Güell

Parc Güell

Rimanendo tra le opere di Gaudì, un altro luogo da non perdere è il Parco Güell, situato sulle colline del quartiere di Gracia.  Un parco pubblico (si paga solo l’ingresso alla terrazza mosaicata) dove rilassarsi, godersi la città dall’alto, passeggiare, ammirare le statue e tutti quei dettagli particolari che solo il genio di Gaudì sapeva creare.

Rambla

Ok, è vero, la Rambla è terribilmente “mainstream” ma una passeggiata sulla Rambla è d’obbligo… e se la si percorre tutta, si raggiunge la Statua di Cristoforo Colombo ed il Porto Vecchio (Port Vell), dove è bello passeggiare e dove, se interessati, si può fare shopping all’interno del centro commerciale Maremagnum.

Un consiglio grande che dò però è: non mangiare, né bere in uno dei tanti locali sulla Rambla. Prezzi esagerati e qualità scarsa. E la sera, attenzione ai borseggiatori!

mercato boqueria barcellona

Mercato della Boqueria

Mercato della Boqueria

Se passeggi lungo la Rambla, ci passerai proprio davanti. Anche se frequentato da decine e decine di turisti ogni giorno, rimane uno dei mercati più belli ed affascinanti mai visti! Bancarelle di frutta e verdura che sembrano opere d’arte, prodotti tipici eccezionali che variano dai formaggi agli affettati fino al pesce e le spezie.
Se ci si addentra tra le bancarelle in fondo (lontane quindi rispetto alla Rambla), ci sono meno turisti, la situazione è più tranquilla e si possono fare anche tante foto senza essere spintonati in continuazione.

parco ciutadella barcellona

Parco della Ciutadella

Parco della Ciutadella

Il parco che più amo di Barcellona! Si trova vicino al quartiere del Born ed è un gran bel parco con tanto verde, una fontana, un piccolo laghetto e tanto spazio per correre, sdraiarsi, andare a passeggio con il cane, fare yoga, suonare la chitarra…

Pur essendo frequentato da turisti, non è caotico, anzi! E’ uno dei luoghi, vicino al centro storico, che più mi rilassa  Merita una visita, soprattutto dopo una giornata intera in giro per la città!

La collina di Montjuic

Per visitare il Montjuic ci vuole una giornata intera. Può essere raggiunta con i mezzi pubblici o con la funivia (si prende dal porto della Barceloneta). Su questa collina si possono fare un sacco di cose!

Visitare la Fondazione Mirò, il Castello del Montjuic, i giardini botanici, il museo MNAC (Museu Nacional d’Art de Catalunya), l’Anello Olimpico…e poi, godersi la vista dall’alto sul porto vecchio ed il centro storico.

spiagge barcellona

La spiaggia di Nova Icaria

Le spiagge di Barcellona

Io sono molto di parte perché amo andare al mare e stare sdraiata in spiaggia per ore! 🙂
Anche se le spiagge di Barcellona non sono di certo caraibiche, trascorrere qualche ora sul lungomare barcellonese non è niente male, soprattutto se si visita la capitale catalana nella stagione primavera/estate.

La spiaggia della Barceloneta è piuttosto affollata, sopratutto in piena estate, quindi consiglio sempre di spingersi un pochino più lontano, verso la Vila Olimpica e le spiagge di Nova Icaria e Bogatell.
P.S. Per il bel mare, se se ne ha la possibilità, raccomando raggiungere la Costa Brava.

bunkers del carmel barcellona

Bunkers del Carmel

Bunkers del Carmel

Uno dei luoghi di Barcellona ancora poco conosciuto ai turisti o forse no, è conosciuto, ma essendo piuttosto distante dal centro storico, viene raggiunto da pochi. Dal centro della città, infatti, ci vuole circa un’oretta per arrivare quassù.

Si tratta di una vecchia batteria antiaerea (ingresso gratuito) che offre una vista spettacolare su tutta la città. Una vera e propria terrazza su cui affacciarsi e godere del panorama.
Consiglio: portare birre e qualche snacks. Quassù non ci sono bar o chioschi ed un tramonto, con una birretta, è ancora più bello! 😉

10 cose da fare a Barcellona (..e parlo soprattutto di cibo!)

  1. Perdersi tra le viuzze e le piazzette del Born, del Barrio Gotico (non dimenticare la Cattedrale!) e del Raval e scoprire gli angoli più nascosti. I tre quartieri del centro storico, uno più bello dell’altro, ognuno con le proprie caratteristiche inconfondibili.  
  2. Mangiare i deliziosi churros alla Xurreria Manuel San Román (nel Gotico, Carrer dels Banys Nous, 8).
  3. Fermarsi ad osservare gli skaters, nella piazza dove si trova il museo MACBA, nel Raval.
  4. Bersi una birretta fresca in uno dei tanti baretti bohemien nel quartiere di Gracia.
  5. Fare un giro il fine settimana tra le bancarelle e stand del Mercat de Les Encants (vicino alla metro Glories).
  6. Bere un bicchiere di assenzio nel Bar Marsella, nel Raval. Un bar storico e molto caratteristico.
  7. Mangiare tapas fresche in uno dei tanti bar di tapas nella Barceloneta. Una delle mie ultime scoperte? Il Bar Perikete (Carrer de Llauder, 6).
  8. Vedere lo spettacolo della Fontana Magica, vicino al Montjuic.
  9. Prendere la funicolare e salire in alto, su fino al Tibidabo.
  10. Mangiare i pinchos sulla famosa Carrer Blai, nel quartiere di Poble Sec.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *