Palawan, Filippine. L’isola più bella del mondo


L’isola di Palawan nel cuore…

Palawan è uno dei luoghi più belli che abbia mai visto in vita mia e non sono l’unica a dirlo, visto che i lettori della rivista Travel + Leisure l’hanno proclamata l’isola più bella del mondo per la terza volta consecutiva.

Se è considerata così bella, un motivo ci sarà. Forse più di uno.
Innanzitutto ospita due siti entrambi dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco: il Tubbataha Reef ed il Parco Nazionale del fiume sotterraneo Puerto Princesa.
A seguire, le spiagge bellissime, l’acqua color verde smeraldo, le lagune, i tramonti.

Palawan è stata la terza tappa del mio itinerario “spontaneo” (mi piace definirlo così).
Avevo deciso di raggiungere le Filippine per andare a trovare un amico che vive sulla piccola isola di Malapascua, ma non sapevo quale sarebbe stata la mia tappa successiva, non sapevo neanche quanto sarei rimasta nel paese. Una cosa però la sapevo: una volta messo piede nelle Filippine, Palawan sarebbe diventata in automatico una tappa imprescindibile.

Dopo Malapascua, ho trascorso 5 giorni nelle Camotes Islands e poi sono tornata sull’isola di Cebu, dove ho preso l’aereo con direzione Puerto Princesa, capoluogo dell’isola di Palawan. Qui sono rimasta 2 giorni, ma in città non c’è nulla da vedere…solo tanto traffico, caos e aria irrespirabile.
A Puerto Princesa però, c’è l’ufficio immigrazione, utile se vuoi rinnovare il visto per rimanere nel paese più di mese.
Dove sono andata dopo essere rimasta due giorni a Puerto Princesa? Direzione paradiso, El Nido.

el nido palawan

Sul catamarano – El Nido

Come si raggiunge El Nido

Bisogna armarsi di pazienza si, il viaggio è un po’ lungo, ma si attraversano paesaggi incredibili.
A Palawan, così come nelle Filippine ed in tutto il Sud Est Asiatico, ci sono tantissime agenzie che organizzano i transfer e molto spesso il viaggio può essere prenotato direttamente dall’hotel o ostello in cui soggiorni, perché agenzie e hotel sono sempre in contatto tra di loro. Generalmente i minivan fanno le tratte quotidianamente, più volte al giorno, a seconda della destinazione. Basta decidere quando partire e a che ora e si prenota il tuo posto sul minivan. Facile e veloce.

Da Puerto Princesa per la località El Nido ci sono due transfer ogni giorno, uno la mattina ed uno il pomeriggio. Il viaggio dura circa 6 ore, per cui è consigliabile partire la mattina.
Il viaggio non è una passeggiata, i minivan spesso sono scomodi e gli autisti piuttosto spericolati, però fa tutto parte dell’avventura! Bisogna avere un buon spirito di adattamento, diciamo. Il costo del viaggio è di 600 pesos, vale a dire circa 12€ a persona.

corong corong palawan

Spiaggia di Corong Corong

Cosa fare a El Nido

El Nido è una località frequentata da tanti turisti e te ne rendi conto appena arrivi a El Nido Town: bar, ristoranti, piccoli supermercati, negozi di souvenir, agenzie di noleggio motorini, scuole di diving, agenzie che organizzano escursioni.
La spiaggia più vicina al centro cittadino è la spiaggia di Corong Corong.
Una spiaggia lunga di sabbia bianca, mare cristallino, palme a perdita d’occhio. La parte di spiaggia più vicina al centro si è conformata al turismo “quasi” di massa ed è invasa da lettini e bar dove si fa l’happy hour la sera e si ascolta musica commerciale.
Fortunatamente però, a soli 15 minuti di camminata, l’atmosfera cambia e ci si ritrova in una spiaggia completamente deserta, Las Cabañas. Uno spettacolo.

las cabanas palawan

Spiaggia Las Cabañas – El Nido

Un’altra spiaggia molto bella è Nacpan, a circa 45km da El Nido. Ci sono diversi turisti anche qui, però basta allontanarsi dalla zona principale per essere completamente da soli. C’è un piccolo villaggio di pescatori sulla spiaggia e quello che vedrai lungo l’arenile saranno solo barchette colorate.
Raggiungere questa spiaggia è un po’ complicato, soprattutto se si viaggia in motorino. Le strade sono dissestate e si attraverso ponti stretti e poco stabili, ma ne vale la pena…

spiaggia nacpan palawan

Spiaggia di Nacpan

El Nido è il punto d’ingresso per il più grande paradiso naturale di Palawan: l’arcipelago di Bacuit: una terra dimenticata dal tempo, dove si trovano isole disabitate, lagune, spiagge deserte.
Per raggiungere queste zone, bisogna prendere parte alle escursioni. Tutte partono dal porto principale di El Nido Town.
Ci sono 4 tour: Tour A, Tour B, Tour C, Tour D ed il prezzo varia dai 1200 ai 1500 pesos (tra i 20 ed i 25€). Ogni tour fa almeno 1 o 2 tappe uguali alle altre + altri 2/3 luoghi di interesse.

Se devi scegliere tra uno dei quattro, consiglio il tour A, imperdibile. Vedrai la Big Lagoon e la Small Lagoon, due lagune in mezzo al mare. Luoghi incredibili.
Ci sono anche altre opzioni, come quella che ho scelto io: l’Overcamping Tour (costo 4500 pesos, ma contrattando sono arrivata a 3800 – 60€ circa), prenotato con l’agenzia El Nido Paradise (in local).
Un tour di 2 notti/3 giorni che comprende 2 notti in tenda in un’isoletta vicino a El Nido (usata come base) + 2 cene sull’isola (con bere illimitato) + 3 tour a scelta tra A,B,C,D.

big lagoon palawan

Big Lagoon – El Nido

Come funziona? Il primo giorno si parte dal porto e si raggiunge la piccola isoletta dove ci sono le tende per dormire la notte. Qui vive una famiglia che si occupa di accogliere i turisti, preparare le tende, le cene e l’organizzazione delle barche per i diversi tour nei giorni successivi.
Una volta lasciati gli zaini nelle tende, si sale di nuovo in barca ed inizia il primo tour.
Ogni tour dura circa 7 ore, normalmente dalle 10 alle 17. Il pranzo è compreso, ci si ferma a mangiare intorno alle 13 su una delle spiagge che si visitano durante la giornata.

Tramonto a El Nido palawan

Tramonto a El Nido

Quando si rientra sull’isoletta la sera, ti aspetta un tramonto favoloso ed una cena da leccarsi i baffi! Pesce fresco di giornata, zuppe, verdure al curry….
I due giorni successivi si ripete: tour di giorno, cena e tramonto per la sera. 😉

Ho amato questo “Overcamping Tour” perché ho avuto la possibilità di vedere luoghi incredibili, spiagge da favola, lagune incantevoli. Si nuota, si esplorano grotte, puoi fare kayaking, snorkeling o fare un giro in canoa. Tra i luoghi che mi sono piaciuti di più? Snake Island, chiamata così per la lingua di sabbia che collega le due parti dell’isola.

snake island palawan

Snake Island – El Nido

Su quest’isola ho fatto anche volontariato, per circa 3 settimane, nel villaggio di Sibaltan, a 40 km da El Nido. Insieme ad altri ragazzi ho trascorso giornate incredibili, aiutando un ragazzo filippino e la sua famiglia nella loro nuova attività turistica: ci occupavamo di tagliare il bamboo per i bungalow, curare il giardino, stare con i bambini mentre i genitori lavoravano, curare il sito web ed i social.
Un’esperienza che mi ha insegnato tanto e che mi ha aperto gli occhi. Fare volontariato cambia il modo di viaggiare.

volontariato palawan filippine

Insieme ai ragazzi del volontariato e Micheal, il nostro host

Come si raggiunge l’isola di Palawan

E’ raggiungibile in aereo da Cebu, Manila e altre città filippine. Ci sono voli giornalieri per Puerto Princesa e voli diretti da Manila a El Nido. Volando con la compagnia low cost  Cebu Pacific, i voli su Puerto Princesa sono piuttosto economici, ma se vuoi raggiungere direttamente El Nido in aereo, il biglietto ti costerà molto di più (generalmente sui 300€).

Consigli utili

Come muoversi sull’isola: come nel resto delle Filippine, ci si muove in motorino o utilizzando i jeepney (una sorta di bus) ed i tricycle (piccoli tricicli). Per le tratte più lunghe ci sono i minivan.
Io consiglio di prendere a noleggio un motorino. Si può andare ovunque ed in totale libertà.
P.S. Il casco è un optional….

Muoversi con i “mezzi pubblici” è molto economico. Tra i 50 ed i 100 pesos (1/2€) per le tratti brevi, fino ai 1000 pesos (15€ circa) per tratte più lunghe (come da El Nido town a Nacpan).
Noleggiare un motorino costa tra i 500/600 pesos (10€ circa), ma ti assicuro, si può contrattare fino ad abbassare il prezzo di 200 pesos.

trycicle palawan

Il tipico trycicle

Bancomat: sull’isola i bancomat si trovano solamente a Puerto Princesa e a El Nido Town. Se devi ritirare del denaro, consiglio di ritirarne una buona cifra perché spesso capita, soprattutto a El Nido, che i bancomat siano sprovvisti di denaro perché non vengono riforniti quotidianamente e rischi così di rimanere senza denaro contante (come è successo a me che sono rimasta senza soldi per 3 giorni).
Ti ricordo inoltre che è praticamente impossibile pagare con carta di credito. Nei locali, così come negli hotel e ostelli, accettano solo cash.

Cosa fare la sera: se rimani a El Nido Town, non hai che l’imbarazzo della scelta perché i locali non mancano. Se sei fuori dal centro cittadino, ti consiglio di trascorrere le serate con la gente del posto, magari cantando al karaoke (ne vanno matti) e bevendo con loro il rum locale. Niente di più divertente ed autentico!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *