Il magico mondo di Gaudí. Barcellona e le sue opere moderniste


Gaudí, il genio indiscusso della capitale catalana

Massimo esponente della corrente architettonica modernista, Gaudi è tra i protagonisti più indiscussi e le sue opere, sette delle quali presenti nella città di Barcellona, sono state inserite nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Sagrada Familia, Casa Batlló, La Pedrera, Parco Güell sono solo alcune delle opere del grande architetto spagnolo, sicuramente le più famose, conosciute in tutto il mondo.
Ogni sua opera si caratterizza per le sue forme morbide che si distaccano completamente dalle rigide forme geometriche da sempre utilizzate in architettura fino a quel tempo.
Fin da bambino la natura gli insegnò che tutte le forme curve presenti nella natura stessa, potevano funzionare anche per la costruzione di opere architettoniche.

“Gaudì ebbe l’ingenuità di vedere che nella natura, nel suo piccolo paese dove stava d’estate, gli alberi, gli animali, le foglie degli alberi, le nuvole, le montagne, non erano mai cubiche, cilindriche e sferiche, ma funzionavano molto bene. Perché, quale architettura, quale struttura è migliore dello scheletro umano, per esempio? (J. Bassegoda None)

La natura è stata sempre la sua maestra e ad oggi, la città di Barcellona è magica anche e soprattutto grazie ad Antoni Gaudí.
Sei pronto a scoprire le opere più emblematiche del grande architetto?
Ti porto in giro per la città (ed anche fuori città) per conoscerle tutte!

sagrada familia

La maestosa Sagrada Familia

Sagrada Familia

Parto subito con l’opera più importante e la più sconvolgente. Una meraviglia architettonica che fa stare con il naso all’insù centinaia di persone ogni giorno.

I lavori iniziarono nel 1882 ed inizialmente l’edificio venne disegnato in stile neogotico, ma quando Gaudí subentrò come progettista dell’opera nel 1883, la struttura venne riprogettata completamente. L’architetto vi dedicò gli ultimi 15 anni della sua vita.
Come tanti infatti sanno, l’opera non fu mai terminata da Gaudí, a causa della sua morte improvvisa in circostanze drammatiche (il 7 giugno del 1926 venne investito da un tram e morì 3 giorni dopo).
Da quel momento, anno dopo anno, architetti e geometri provenienti da tutto il mondo hanno continuato a costruire e restaurare la chiesa, seguendo fedelmente tutte le bozze ed i disegni originali di Gaudí.

Un’opera architettonica affascinante e bellissima, per quanto strana. Da una parte la facciata antica (l’unica originale), dall’altra e tutto attorno, la facciata e gli elementi architettonici moderni.
Osservo e fotografo la Basilica della Sagrada Familia da ben 12 anni – dal 2006 ad oggi  – ed anno dopo anno, pezzettino dopo pezzettino, la chiesa prende forma.

Dicono che sarà terminata per il 2026, a 144 anni dalla posa della prima pietra e a 100 anni dalla morte di Gaudí, però lo sapremo solo nel 2026….
All’interno della Basilica tutto è fatato: vetrate colorate, colonne a forma di alberi, dettagli che ricordano lo scheletro umano e animale. Io consiglio sempre a tutti di entrare, ne vale davvero la pena!!

Informazioni utili

Orari di apertura (valido tutti i giorni della settimana): da novembre a febbraio, dalle 9h alle 18h, marzo dalle 9h alle 19h, da aprile a settembre, dalle 9h alle 20h, ottobre dalle 9h alle 19h.
Nelle giornate del 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio, la Basilica è aperta dalle 9h alle 14h.

Il prezzo base per visitare la Basilica, è di 15€ (prezzo per adulto).
Per tutte le altre informazioni sui prezzi, clicca qui.

parco guell barcellona

Archi nel Parco Güell

Parco Güell

Uno dei parchi più belli della città, anche se obiettivamente uno dei più frequentati dai turisti.
Ad oggi è un parco pubblico di  circa 17 ettari con giardini ed elementi architettonici modernisti, ma quando venne fanno costruire dall’industriale Eusebi Güell, l’idea era un’altra: creare una “città-giardino”.

L’idea era quella di creare un’area verde con all’interno case residenziali, una chiesa, una scuola…una sorta di quartiere privilegiato, ma nessuno si mostrò interessato ad acquistare lotti di terreno in quest’area e l’unico che andò a viverci fu lo stesso Gaudí, prima di trasferirsi direttamente nello studio della Sagrada Familia.

Il parco è ad oggi un vero e proprio museo a cielo aperto, dove natura ed architettura vivono in perfetta armonia. L’ingresso al parco è gratuito, rimane però a pagamento l’ingresso alla terrazza in maiolica ed il colonnato sottostante.

Informazioni utili

Orari di apertura: Aperto tutti i giorni a partire dalle ore 8/8.30h, presenta diversi orari di chiusura a seconda della stagione. Consiglio di verificare gli orari qui.
Il prezzo dell’entrata è di 7,50€ (adulto).

casa batllo barcellona

Interno di Casa Batlló

Le case di Gaudí – Casa Batlló e Casa Milà

I “miei” turisti quando mi scrivono e mi contattano per preparare loro un itinerario della città, mi chiedono spesso: “Cosa ci consigli di visitare? Casa Batlló o Casa Milà?” e la risposta è sempre difficilissima.
Sono bellissime entrambe, magiche entrambe, ognuna con i suoi dettagli ed i suoi piccoli gioielli architettonici. Se mi chiedessi quale preferisco, non saprei rispondere!

Casa Batlló

Questa casa è chiamata anche “Casa dels ossos” (Casa delle ossa) e “Casa del drac” (Casa del Drago). I balconi della sua stranissima facciata ricordano le ossa di qualche strano animale preistorico ed il tetto, con le sue curve e dettagli, sembra la schiena di un drago.

Tutto rimanda al mondo naturale ed animale, fuori e dentro l’edificio: i corrimani delle scale, le vetrate, i mobili all’interno delle stanze. E poi ci sono gli azulejos, ovvero le ceramiche colorate, che creano all’interno della casa un gioco di luci incredibile.

notti magiche casa batllo

La mia Notte Magica a Casa Batlló

Puoi visitare la casa e salire su fino al tetto….e se visiti la città in estate, puoi fare molto di più!
Casa Batlló nei mesi estivi organizza le “Nits Màgiques”, vale a dire le Notti Magiche: se acquisti il biglietto per una “notte magica” puoi visitare Casa Batlló di sera (ingresso alle ore 20h) ed assistere ad un concerto di musica live sul tetto. Il biglietto d’ingresso comprende anche 2 consumazioni.

Informazioni utili

Orari di apertura: aperta tutti i giorni dell’anno, dalle 9h alle 21h (ultimo ingresso alle 20h).
Il prezzo varia a seconda del tipo di biglietto (con o senza audioguida, con visita guidata, etc..)

pedrera barcellona

Casa Milà – La Pedrera

Casa Milá – La Pedrera

Casa Milà, conosciuta da tutti come La Pedrera, si trova poco distante da Casa Batlló, sempre su Passeig de Gracia. La struttura ricorda una grande cava di pietra. La sua facciata elegante si caratterizza per le ringhiere in ferro battuto ed il tetto per i suoi comignoli che sembrano dei piccoli soldatini medievali.

L’interno è spettacolare e chi la visita al suo interno, fa un salto indietro nel tempo, respirando l’atmosfera di un appartamento borghese degli inizi ‘900.

Informazioni utili

Orari di apertura: da marzo a noviembre dalle 9:00h alle 20:30h, da novembre fino a febbraio, dalle 9.00h alle 18.30h. Periodo di Natale – 26 dicembre / 3 gennaio dalle 9.00h alle 20.30h
Consiglio di verificare tutti gli orari sul sito web.

Anche per Casa Milà il prezzo varia a seconda del tipo di biglietto (con o senza audioguida, con visita guidata, etc..)

cripta e colonia guell barcellona

Colonia Güell – Dettaglio della cripta

Le opere meno conosciute

Se sei tra quelli che amano scoprire i luoghi ed i monumenti meno turistici e soprattutto meno affollati, le alternative non mancano.
Gaudí sa sorprendere anche con le sue opere meno conosciute, che consiglio di vedere se rimani a Barcellona più giorni o se torni in città per la seconda volta:

  • Palau Güell: situato nel quartiere del Raval, vicino alla Rambla. Una residenza di città costruita tra il 1885 e il 1889, per Eusebi Güell. Qui lo stile modernista si fonde con lo stile gotico. La facciata e gli interni sono di fatto gotici, ma se sali sul tetto e osservi i camini colorati, riconoscerai subito lo stile inconfondibile di Gaudí
  • Torre Bellesguard: situata nella parte alta della città, fu costruita tra il 1900 e il 1909 e dal 1944 è residenza privata della famiglia Guilera. In passato la famiglia consentiva di visitare solo i giardini della proprietà, ma da settembre 2013 è possibile visitare anche parte dell’edificio. Anche qui riconoscerai il tocco di Gaudi, tra le panchine in mosaico, il tetto e tutti i dettagli decorativi.
  • Colonia Güell: un colonia costruita a fine ‘800 ed abitata dai lavoratori della fabbrica tessile di proprietà dell’industriale Eusebi Güell, il quale commissionò a Gaudí la realizzazione di tutti gli edifici del villaggio. L’edificio più importante? La chiesa, di cui però venne costruita solo la cripta. Questo villaggio, tutt’ora abitato da circa 700 persone, si trova nella comarca del Baix Llobregat, ad un’ora di treno da Barcellona.

Itinerario pronto!! Quale opera visiterai per prima? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.