Il progetto “UN POSTO NEL MONDO”


Sentirsi a casa nel mondo

Sono tanti i motivi che spingono una persona a viaggiare.
Per la maggior parte delle volte si sceglie una destinazione perché la si sogna da tempo.
Sono sempre i sogni a portarci lontano.

Viaggiare aiuta ad aprire gli occhi, a conoscere meglio se stessi e a scoprire abilità che mai avremmo pensato di possedere. Si parte pronti ad affrontare nuove esperienze, curiosi di assaporare nuove culture, felici di “metterci alla prova” lontani dalla nostra di confort.

Ci sono viaggiatori che però non viaggiano solo per esplorare.
C’è chi viaggia per sentirsi a casa.

Sentirsi a casa ovunque nel mondo: una sensazione che provano coloro che spesso viaggiano senza biglietto di ritorno, che assaporano ogni attimo e che provano quella piacevole e confortante sensazione di sentirsi a casa propria, anche se sei dall’altra parte del pianeta.

canguro australia

Io ed il mio amico canguro in Australia.

Viaggiare mi ha fatto capire quanto per me sia importante continuare a farlo.
Perché si, una volta che torni da un viaggio, non sei più la persona che eri prima ed una delle sensazioni più assurde che si possa provare una volta rientrati “a casa”, è non sentire più realmente tuo il luogo in cui vivevi da sempre.
Una sensazione che provano coloro che pur conservando le proprie radici culturali e nazionali, potrebbero vivere ovunque.

Tutto cambia perché sei tu il primo ad essere cambiato.
Casa tua non è più quel luogo specifico, è il mondo intero.


Viaggiando si conoscono persone splendide, persone disposte ad aiutarti quando sei solo dall’altra parte del mondo. Perfetti sconosciuti che rendono la tua vita migliore, che ti regalano momenti di felicità senza chiedere niente in cambio.
E allora certi luoghi ti mancheranno da morire una volta che te ne andrai, ci sono luoghi che vorrai riabbracciare come se fossero cari amici che non vedi da tempo.

Io ho fatto di Barcellona il mio posto nel mondo, ma mi sento a casa ovunque.
Mi sento speciale, mi sento diversa, mi sento come se dovessi spostarmi in continuazione per sentirmi a casa.

Le persone speciali e le loro storie

In questo grande mondo, non sono l’unica a sentirsi così.
Sono tante le persone che sono partite e hanno vissuto un’esperienza lontano dalla propria “confort zone”, facendo di un luogo sconosciuto la propria “casa”.
C’è chi ha scelto di cambiare la propria vita, inseguire un sogno e percorrere la strada verso la propria felicità.

C’è chi si è trasferito all’estero o ha vissuto qualche mese in un altro paese, chi ha mollato tutto per aprire la propria attività o chi ha raggiunto l’altra parte del mondo per fare volontariato.
C’è chi è partito per un mese, chi è partito e non è più tornato, chi vuole farlo ma non ne ha ancora avuto il coraggio.

Ognuno di noi ha la propria storia da raccontare.
Ed io ho deciso di raccogliere queste storie, intervistare tutti coloro che si sentono a casa nel mondo.
Che sia di ispirazione per chi il proprio posto lo sta ancora cercando… 😉