I pranzi a Barcellona durante il lockdown. Ristoranti e nuove scoperte


Viaggiando per il mondo con il cibo..

Barcellona è conosciuta per la sua infinità di ristoranti e locali, dove poter assaggiare qualsiasi tipo di cucina. Ad ogni angolo puoi trovare un ristorantino, un bar, un piccolo negozio di cibo take away.
Il coprifuoco degli ultimi mesi, lo ammetto, mi ha regalato ottimi pranzi e mi ha fatto scoprire ristoranti mai provati prima.

É proprio così, il coprifuoco qualcosa di buono lo ha fatto. Non credo di aver goduto di così tanti pranzi fuori casa come in questi ultimi mesi. Sono sempre stata abituata ad uscire la sera, il fine settimana con gli amici, magari per una cena o semplicemente per una bevuta dopo cena.
Pranzi fuori ne ho sempre fatti pochi, ad esclusione di qualche brunch (a Barcellona puoi fare ottimi brunch ovunque).

Questa pandemia mondiale ci ha obbligato a cambiare i nostri ritmi, a rispettare regole a cui non eravamo preparati ma a cui, in qualche modo, ci siamo abituati.
Alle 22 devi essere in casa, i ristoranti sono stati chiusi per mesi e da quando hanno riaperto, hanno potuto mantenere solo gli orari diurni. 
Ogni ristorante o bar che sia, alle 17 chiude. 

Con alcuni amici ho iniziato così ad organizzare i pranzi fuori, nei weekend e nei giorni liberi dal lavoro.
Ogni settimana proviamo un locale diverso ed una cucina nuova. Abbiamo iniziato a curiosare sul web, cercando ristoranti su Google Maps, leggendo opinioni e scegliendo il quartiere dove andare per poter fare una passeggiata dopo pranzo, per digerire e fare due chiacchiere all’aria aperta.
Ho scoperto ottimi ristoranti e viaggiato attraverso il cibo (visto che non si può fare diversamente…).
Sono stata in Giappone, in Korea, in Israele, Thailandia…

Quando hai amici che amano mangiare e provare piatti diversi come piace fare a te, bisogna approfittare! 
Un appuntamento fisso, la domenica o il lunedì quando non lavoro...e prima di pranzo, c’è sempre spazio per un buon vermut!

Tra i tanti nuovi ristoranti che ho provato, questi sono quelli che ho amato di più e che consiglio vivamente!

Lo Shakshuka israeliano

Eixampeling Brunch Café & Bar

Uno dei primi locali provati. Estremamente stravagante e pieno di colori vivaci ed allegri.
L’Eixampeling si trova nel quartiere dell’Eixample Izquierda e si caratterizza per il suo ambiente molto accogliente, multicolore e per i suoi piatti abbondanti e deliziosi.
Offre brunch durante tutto l’orario di apertura, oltre ad ottime insalate, piatti da condividere e spizzicare come l’hummus, oltre a smoothies di frutta eccezionali.

Molto simpatici sono anche i nomi che vengono dati ai piatti!
Io ho provato il Jerusal-eggs, ovvero il piatto tipico israeliano Shakshuka, con uova alla Benedict immerse in una salsa di pomodoro con feta, coriandolo e dukkah (una miscela di erbe aromatiche).
Da bere, un bicchiere di vino e la Magic Unicorn Wee Lemonade, una limonata al lime dal colore azzurro (per via di un tipo di fiore usato per prepararla).

Dove si trova: Carrer de la Diputació, 158, 08015 Barcelona
Prezzo medio: 15/20€

Il Pad Thai

Thai Tuk-Tuk

Entrando in questo piccolo localino, andiamo in Thailandia
Questo locale è davvero minuscolo, composto da 5 tavoli ed una piccina cucina a vista. Ad accoglierti, due ragazze thailandesi che parlano poco spagnolo e che nel giro di pochi minuti ti fanno sentire come se fossi in uno di quei baretti di strada nel pieno centro di Bangkok. Anche gli odori non mancano… preparati ad uscire dal locale con i capelli che “profumano” a fritto!
Io ho assaggiato un gustosissimo Pad Thai (ovviamente!) e degli involtini di carne e verdure. 

Dove si trova: Carrer de Sant Antoni Maria Claret, 63, 08025 Barcelona
Prezzo medio: 15€

Bun Bo Barcelona

Dalla Thailandia andiamo in Vietnam. Conoscevo già questo locale, quando ancora si trovava nel quartiere del Raval, un po’ di anni fa. Ora il Bun Bo si trova nel quartiere Gotico, vicino alla Cattedrale ed è diventato ancora più grande.

Oltre alla sala interna, tutta colorata e piena di lanterne, dispone anche di una “terraza” (ovvero tavolini all’aperto) con vista al murales del bacio, un’opera d’arte realizzata nel 2014 ad opera del fotografo Joan Fontcuberta ed il ceramista Antoni Cumella: 4000 tasselli di ceramica, che insieme disegnano due labbra che si avvicinano per toccarsi e baciarsi. 
Se ti allontani puoi vedere perfettamente l’immagine del bacio, se ti avvicini invece vedrai che su ogni tassello c’è una fotografia diversa, di gente comune che ti forma volontaria ha deciso di partecipare al progetto con la propria foto. L’opera si chiama “El mundo nace en cada beso”.

Ma tornando al cibo! Da Bun Bo puoi assaggiare gli involtini di carta di riso ripieni di gamberi e verdure da abbinare con una salsina alle arachidi, la famosa zuppa Pho con noodles di riso e verdure (puoi scegliere anche carne di manzo o pollo), il riso fritto con verdure o il curry vietnamita con verdure e tofu.
Sicuramente i piatti vegetariani non mancano!

Dove si trova: Carrer dels Sagristans, 3, 08002 Barcelona
Prezzo medio: 15/18€

Il ramen del Kobuta

Kobuta Ramen i Mes

Provo un amore particolare per questo ristorante ed ammetto di esserci già stata più volte.
Non solo perché stiamo parlando del Giappone, ma perché a gestire questo locale è una coppia di amici miei, lei italiana e lui, lo chef, giapponese.
Non voglio essere di parte, ma devo dire che il ramen preparato dal mio amico è delizioso!!!

Offrono diverse varianti del ramen, tra cui quello vegetariano e quello con un tocco piccante, oltre a piccole tapas giapponesi come i gyoza (ravioli di maiale e verdure), crocchette giapponesi ripiene di polipo o i tipici edamame, i fagiolini di soia.
Da provare come dolce finale, il gelato al sesamo nero, meraviglioso!!!

Il ristorante si trova in una zona poco conosciuta di Barcellona, perché lontana dal centro storico della città, però è facilmente raggiungibile con la metro.

Dove si trova: Carrer de Súria, 6, 08014 Barcelona
Prezzo medio: 15/18€

Ristorante giapponese MiCasa

Rimaniamo sempre in Giappone, però abbandoniamo il ramen.
In questo localino super caratteristico, si provano piatti tipici giapponesi, niente a che vedere con i tipici ristoranti giapponesi “all you can eat”.
Qui non sii mangia sushi, ma potrai provare i piatti più popolari del Giappone. 
Qui provi la vera cucina giapponese.

Un locale grazioso, le cui pareti sono decorate con bambù, manga giapponesi e locandine di film nazionali. Ad accoglierti una simpaticissima cameriera che di spagnolo ne parla solo un po’.

Zuppe, onigiri, gyozas, miso, tantissimi piatti diversi a base di riso e carne, noodles Udon (asciutti) o in brodo (preparato con carne, verdure e spezie) e tanto altro ancora.
Il loro menù è infinito e per pranzo offrono anche il “menù del dia” che cambia ogni giorno.

Dove si trova: Carrer del Comte Borrell, 145, 08015 Barcelona
Prezzo medio: 12/15€

Il Bibimbap coreano

Bibimbap

Si vola in Corea! Una novità per me assoluta che mi ha sorpreso tantissimo!!
Per quanto ami il cibo asiatico, il coreano è quello che mangio di meno perché i piatti coreani sono spesso troppo piccanti per i miei gusti. Il Bibimbap però l’ho adorato!

Da tradizione, in Corea offrono sempre delle piccole tapas prima di proseguire con il piatto principale o gli antipasti. 
In questo ristorante infatti il pranzo è iniziato con tre piccole tapas a base di germogli di soia e verdure marinate in salsa piccante (però non troppo).
A seguire, gyoza (ravioli di carne), zuppa di miso, insalata di alghe (che io adoro!) per poi concludere con il piatto principale, che si chiama giustamente Bibimbap: un piatto a base di riso a cui si aggiungono verdure, carne (di pollo o manzo), uovo, pasta al peperoncino, olio di semi di sesamo e salsa di soia.

Ciò che caratterizza questo piatto, però, è il fatto che il tutto viene servito in una ciotola di pietra (ustionante), nella quale tutti gli ingredienti vengono mescolati assieme dal cameriere stesso quando ti serve il piatto al tavolo: il piatto ti viene prima mostrato intatto, con tutti gli ingredienti “ordinati” (alla base il riso, sopra tutti gli altri ingredienti ed in cima l’uovo – solo il tuorlo cotto al tegamino),  dopo di che il cameriere chiede quanto piccante vuoi che sia il cibo, aggiunge tutte le salse, mescola il tutto ed il piatto è pronto per essere gustato. Buonissimo!!!!!
Infine, da non diventare, il gelato al tè matcha…fantastico!

Dove si trova: Carrer de Balmes, 331, 08006 Barcelona
Prezzo medio: 12/15€

Il tataki di tonno bianco

Honest Greens

Concludo con un locale a dir poco geniale!
Il concetto di questo ristorante é: cibo sano ed equilibrato, con prodotti non freschi ma freschissimi, tantissima frutta e verdura, riso e quinoa.
Il menù si basa su questa regola: ogni piatto è composto da almeno una proteina a cui si aggiungono verdure, frutta, salse spezie.

Qui potrai assaggiare piatti che rispettano la dieta Keto (no carboidrati), piatti vegetariani, piatti fusion (tra falafel e tataki di tonno), poke hawaiani con salmone piccante e molto altro ancora.
Quando ti viene dato il menù tra le mani, vorresti letteralmente provare ogni piatto.

Vogliamo parlare delle bevande? Succhi ecologici e la così chiamata “acqua di frutta e verdura”, acqua aromatizzata alla fragola, al cetriolo o alla curcuma, 100% naturali che puoi servirti tutte le volte che vuoi (paghi solo il bicchiere e fai il refill quando vuoi).

Un ambiente di design, un personale giovanissimo ed un rapporto qualità/prezzo eccezionale!

Dove si trova (ci sono 3 locali):
– Rambla de Catalunya 3
– Pla de Palau, 11
– C/ Tuset, 4
Prezzo medio: 15/18€

Quale tra i ristoranti proposti, ti ispira di piú?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.