Le 13 spiagge di sabbia bianca più spettacolari delle Filippine 


Chilometri di sabbia bianca bagnata da un mare cristallino

Le Filippine sono composte da oltre 7000 isole e le spiagge non mancano di certo.
Alcune che ospitano spiagge di sabbia incredibilmente bianca.

Siamo consapevoli del fatto che delle migliaia di isole che compongono le Filippine, solo alcune sono diventate veramente famose.
Un totale di 7641 isole, di cui solo 2000 sono abitate ed è stato dato loro nome.
Di queste 2000, poche decine sono quelle conosciute e visitate dai turisti.

Ci pensi a quanti chilometri di spiaggia bianca ci sono che però non possono essere esplorati e alle spiagge incontaminate che non possono essere visitate perché completamente deserte e non raggiungibili?

Tra le 2000 isole attualmente riconosciute, ce ne sono però tante che possono essere raggiunte facilmente in aereo o in barca.. quindi se stai pianificando un viaggio nelle Filippine, non preoccuparti! Hai comunque l’imbarazzo della scelta!

Le 13 spiagge di sabbia bianca che consiglio di visitare

In questo articolo ti fornirò un elenco delle migliori spiagge di sabbia bianca che puoi visitare nelle Filippine, suddivise per arcipelago, dalle più famose alle meno conosciute.
Tutte le isole delle Filippine sono distribuite tra tre grandi arcipelaghi principali: Luzon, Visayas e Mindanao.

Ovviamente, oltre alle splendide spiagge, troverai natura incontaminata, mare incantevole, tramonti meravigliosi e potrai prendere parte ad un’infinità di tours per fare immersioni, snorkeling o per visitare le zone più interne.

La White Beach di Boracay

Arcipelago delle Visayas

1. White Beach – Boracay

Parto subito con un must: la White Beach dell’isola di Boracay.

Una sabbia talmente bianca che riflette il sole in modo cosi intenso da costringerti a metterti gli occhiali scuri. Non esagero. 
Ricordo che nelle ore più centrali, sotto il sole, il riflesso sulla sabbia bianca era talmente forte da non riuscire a guardare la sabbia ad occhio nudo.

Un’isola incredibilmente bella, ma anche una delle più famose in assoluto, tant’è che qualche anno fa è stata chiusa per diversi mesi ai turisti per poter essere “ripulita”, troppa sporcizia aveva rovinato le sue spiagge.
Da quando è stata riaperta al turismo, sono state applicate regole ferree. In spiaggia non puoi fumare, bere o mangiare. Qualsiasi rifiuto tu possa lasciare sulla spiaggia, vale una multa.

Ad oggi White Beach è uno splendore.
Boracay si raggiunge tranquillamente in aereo da Manila o da isole quali Palawan e Bohol.

2. Sumilon Island (Oslob, Cebu)

Sumilon è una piccola isola che si può raggiungere da Oslob, un villaggio sulla costa situato nella zona sud dell’isola di Cebu.
Cebu può essere tranquillamente raggiunta in aereo (anche con voli internazionali) e si può scendere verso Oslob in bus.

Questa località è famosa per gli squali balena e qui vengono organizzati quotidianamente tour per nuotare con loro (un’attività a mio avviso troppo turistica a discapito di questi animali). 
Se però vuoi conoscere un luogo più tranquillo e meno affollato, puoi prendere parte ad un “island-hopping”  – i tour in barca che ti portano in giro tra le isolette – e raggiungere l’isola di Sumilon.

3. Islas de Gigantes (Carles, Iloilo)

Chiamata l’ “Isola dei Giganti”, ma in realtà quest’isola è minuscola. Un piccolo tesoro che può essere raggiunto solo prendendo parte ad un “island-hopping”. Acque incredibilmente cristalline, dalle mille sfumature ed una pace impagabile.

Per raggiungerla, il tragitto è un pochino più impegnativo, perché più “articolato”.
Da Manila puoi prendere un aereo con destinazione Roxas City, sull’isola di Iloilo. Dall’aeroporto raggiungi il Lawaan Transport Terminal e da lì prendi un bus in direzione “Estancia”.

Scendi alla località Balasan e prendi un tipico “trycicle” per arrivare al piccolo villaggio chiamato Carles. Dal suo porto, chiamato Bancal Port, puoi prendere la barca che ti porta sull’Isola dei Giganti.
Il percorso in tutto potrà durare circa un’ora e mezza (dall’aeroporto al porto Bancal).

L’isola di Kalanggaman

4. Kalanggaman Island (Leyte)

Letteralmente, una lingua di sabbia. L’isola la attraversi a piedi, in 30 minuti. Ci sono solo alcuni bungalow (forse un piccolo resort), qualche palma ed una distesa di sabbia bianca.
Io visitai quest’isola nel 2017, la mia terza isola delle Filippine vista al momento e rimasi meravigliosamente scioccata, non avevo mai visto un paesaggio cosi bello!

Geograficamente fa parte dell’isola di Leyte, ma si raggiunge dall’isola di Malapascua, vicino a Cebu.
Da Cebu City infatti, si raggiunge il porto di Maya, nel nord dell’isola e si prende la barca per Malapascua. Da Malapascua partono gli island-hopping per Kalanggaman Island.

5. Bantayan Island (Cebu)

Si tratta in realtà di un piccolo arcipelago a ovest dell’isole di Cebu, appartenenti al comune di Santa Fe. Da Cebu City prendi un bus in direzione Hagnaya e da qui, dal porto, prendi la barca che ti porta a Bantayan, l’isola principale.

Spiagge spettacolari di sabbia bianca, quasi semi deserte..un vero e proprio spettacolo!
C’è anche un’isola privata, con un cottage privato, chiamato Virgin Island.

Alona Beach, Panglao

6. Alona Beach (Bohol)

Alona Beach è sicuramente più famosa e gettonata. Una lunghissima spiaggia di sabbia bianca in parte frequentata dai turisti (dove si concentrano i resort) ed in parte frequentata dai filippini.
É situata sull’isola di Panglao, vicino all’isola di Bohol, raggiungibile in barca da Cebu (il tragitto è più corto, rispetto alle isole sopra indicate).

Bohol è anche molto più grande ed oltre ad Alona Beach, ci sono tanti altri luoghi molto interessanti da vedere come la zona di Anda con le sue spiagge e le famose Chocolate Hills, situate all’interno dell’isola.

Arcipelago di Mindanao

7. Alegria Beach – Siargao

La mia amatissima Siargao!! A nord dell’isola c’è la spiaggia Alegria.. ed il nome già ci piace, vero?
Una zona meno frequentata rispetto alle spiagge del sud, dove troverai famiglie di filippini nascosti all’ombra, sotto le palme, ed i bambini giocare in acqua. 
Un piccolo angolo di paradiso.

Naked Island dall’alto

8. Naked Island – Siargao

Le elenco insieme, perché Daku e Naked Island sono due isolette minuscole che si raggiungono lo stesso giorno, con un tour in barca, dal porto di General Luna.

Su Daku Island ci sono palme, amache ed un piccolo bar. Naked Island è completamente deserta, come dice il nome stesso, è “Nuda”. Solo sabbia bagnata dal mare, una circonferenza talmente piccola che attraversi l’isola in 15 minuti.
La sabbia bianchissima ed un’acqua incredibilmente trasparente.

9. White Island – Camiguin

Camiguin, un piccolo gioiellino, un’isola conosciuta per la sua spiaggia bianca e per i suoi vulcani.
Si può raggiungere da Manila o da Cebu in aereo.

È l’isola più piccola di Mindanao, chiamata anche l’Isola Nata dal Fuoco.
Tra le sue principali attrazioni ci sono la spiaggia bianca di Mambajao (foto di copertina), un banco di sabbia dalla forma particolare che cambia durante l’anno a seconda delle maree ed il monte Hibok Hibok, sempre visibile dalla riva.
Qui non mancano tour in barca per fare snorkeling ed immersioni.

Arcipelago di Luzon

10. Nacpan Beach – Palawan

Arriviamo a Palawan, l’isola dichiarata, per più anni consecutivi, l’isola più bella al mondo.
El Nido è la località più conosciuta da tutti per la spettacolare baia di Bacuit e le piccole lagune che ne fanno parte.

A nord di El Nido c’è però una spiaggia a mezza luna, lunghissima e bianchissima. Si chiama Nacpan Beach ed è uno splendore!! 
Assolutamente da vedere se raggiungi l’isola di Palawan.
Da El Nido, si raggiungere in minivan o noleggiando anche una moto.

11. Malcapuya Island – Coron

Coron, l’isola per eccellenza conosciuta per le immersioni. Una barriera corallina mozzafiato, coralli e pesci colorati mai visti da nessun’altra parte.

Ciò che caratterizza Coron, è che l’isola stessa però non ha spiagge particolarmente esilaranti, ma se prendi parte ad un tour in barca scoprirai isolette che sono dei veri e propri paradisi.
Una di queste è Malcapuya Island.

Anche su quest’isola non dimenticare gli occhiali da sole, perché la sabbia è veramente di un bianco “fosforescente”!

spiaggia bianca filippine
Un tratto di spiaggia di Balabac

12. Balabac Island – Palawan

Un sogno. Per me un sogno perché mentre scrivo questo articolo, l’isola di Balabac non l’ho ancora raggiunta.
Per raggiungere quest’isola devi viaggiare fino all’estremo sud dell’isola di Palawan e prendere una barca dal porto di Bataraza.

Una zona di Palawan che fino a qualche anno fa era considerata ancora un po’ “pericolosa”, perché visitata pochissimo dagli stranieri ed i suoi abitanti non erano molto favorevoli allo sviluppo del turismo.
Ad oggi però si sta promuovendo sempre di più, con strutture e servizi per i turisti.

13. Masasa Beach – Batangas

Come ultima isola cito un’isoletta ubicata a sud di Luzon, nella baia di Batangas, che mi ha sorpreso tantissimo.

Batangas è una cittadina a sud di Manila che si raggiunge in circa un’ora e mezzo di viaggio in bus. Da Batangas molte persone viaggiano verso la località balneare di Mabini, conosciuta soprattutto per chi ama fare immersioni, ma a livello di spiagge non offre nulla di speciale.
Da Mabini però, se prendi una barca puoi raggiungere l’isola di Tingloy e ti sembrerà di stare completamente da un’altra parte.

Masasa Beach è una piccola Boracay: spiaggia bianchissima e mare trasparente.
Una delle mete preferite per i fine settimana da coloro che vivono a Manila, perché poco battuta dai turisti stranieri e con un’atmosfera incredibilmente rilassante.

L’elenco potrebbe continuare però non voglio rendere l’articolo lungo infinito!
Ti cito però anche queste spiagge e ti invito a curiosare su Google Maps per capire dove si trovano: Bonbon Beach (Romblon), Caramoan Islands, Calaguas Islands – Camarines Norte) e Palaui Island – Cagayan (quest’ultima molto particolare...)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.