Splendida e gigante Tokyo. Alla scoperta dei suoi quartieri


Passeggiare per Tokyo con il naso all’insù…

Tokyo è una di quelle città che si presenta esattamente come te la sei sempre immaginata. Enorme, colorata, con insegne al neon e manga ovunque. Trafficata ma ordinatissima.

Finalmente Tokyo! Da anni il Giappone era entrato nella lista di quei paesi che desideravo tanto conoscere. Ero tremendamente curiosa di vedere con i miei occhi quei luoghi che fino ad un po’ di mesi fa avevo potuto vedere solo attraverso le fotografie, i reportage e qualche film.

Le ragazze in kimono, le casette tipiche giapponesi, gli incroci immensi pieni di gente, i famosi cosplayer, gli infiniti localini di ramen e sushi.
E’ tutto vero, Tokyo è esattamente così, come me l’ero sempre immaginata.

Ho trascorso 10 giorni a Tokyo, 10 giorni intensi durante i quali ho attraverso la città da nord a sud e da est a ovest. 
Giorni felici e ben concentrati. 10 giorni con il sorriso stampato sul viso, come una bambina che scopre per la prima volta qualcosa che non ha mai sperimentato prima.
Ho visitato ogni quartiere della città, ho mangiato sushi ovunque, ho fatto decine di foto, mi sono persa più volte.
P.s. Ne parlo anche qui, in un’intervista con Rolling Pandas! 😉

Tempio all’interno del Parco di Ueno

Ebbene si, Tokyo mi ha messo alla prova. Mi sono persa più volte girando per la città, nonostante fossi con la mappa di maps.me (un’app utilissima) aperta sul cellulare costantemente.

Infiniti grovigli di strade ovunque, incroci che dalla mappa sembrava si potessero attraversare ed invece era impossibile, luoghi che dalla mappa apparivano come vicini ed invece camminavo per chilometri.
E poi le stazioni delle metropolitane. Alcune sono vere e proprie città sotterranee, a volte entravo in una stazione e non riuscivo più ad uscire. Certe stazioni hanno l’entrata all’interno del centro commerciale e ci mettevo decine di minuti per capirlo, altre hanno 2 entrate ma 15 uscite.

Tokyo ed i suoi quartieri

Tokyo non è una città come tutte le altre, non è la tipica metropoli composta da un centro storico e quartieri più periferici.

A Tokyo non esiste un centro storico vero e proprio, non esiste nemmeno un centro. La città è composta da numerosi quartieri, che per le loro dimensioni possono quasi essere considerati come delle cittadine dentro la città stessa.
Ogni quartiere presenta una propria anima ed una propria personalità e sorprende per le sue peculiarità.

Asakusa

Asakusa è il quartiere più storico di tutti e quello che ho amato di più.
Qui si trova il bellissimo complesso del Tempio buddista Senso-Ji, il più famoso in città. 
Si raggiunge passeggiando tra stradine strette piene di bancarelle, negozietti di artigianato e atelier che vendono kimono fatti su misura.

Il Tempio Senso-Ji a Asakusa

La strada più conosciuta che porta al tempio si chiama Nakamise-dori, però è anche quella più “acchiappa turisti”, quindi consiglio di percorrerla ma senza dedicargli troppo tempo, le stradine laterali sono più carine.
In questo quartiere si vedono numerose ragazze in kimono (io ho visto anche uomini e bambini in verità..) e ci sono tantissimi ristoranti di ramen.

Qui si trova anche la famosa Kappabashi Dori ovvero la via dove si trovano la maggior parte dei negozi fornitori di ristoranti: decine di negozi dove puoi comprare tutto quello che un ristorante può avere, dai bicchieri, piatti, tazzine, bacchette, vassoi fino ai modelli/rappresentazioni delle pietanze realizzati in plastica.
Devi sapere che a Tokyo, nelle vetrine dei ristoranti, sono esposti tutti i piatti offerti da menù. Si tratta però di piatti finti, modellini in plastica a grandezza reale: dal ramen al piatto di frutta. L’obiettivo è quello di mostrare ai clienti quali sono i piatti che il ristorante offre e soprattutto la grandezza del piatto stesso. Come lo si vede in vetrina, così viene presentato….ed è assolutamente vero! 🙂

Ueno

Il quartiere di Ueno si trova poco distante da Asakusa ed è conosciuto principalmente per il suo grande parco al cui interno si trova un lago artificiale e lo Zoo. Il lago è carino per farci un giretto con la barca o con i pedalò a forma di cigno.

Qui si trova anche il celebre Mercato di Ameyoko, dove puoi trovare e comprare di tutto, sia scarpe e vestiti che pesce o verdura freschi.

Shibuya

Questo quartiere è senza dubbio una delle aree cittadine più vivaci e dinamiche di Tokyo. E’ la zona maggiormente frequentata dai giovani, sia di giorno che di sera. Qui si trovano tantissimi negozi alla moda, locali e ristoranti.
Impressionante è la quantità di insegne colorate posizionate ovunque sui palazzi e la musica che si ascolta lungo la strada.

Shibuya è famosa per il suo pazzesco Shibuya Crossing, l’incrocio più fotografato di Tokyo.  E’ incredibile davvero, bisogna esserci e vederlo con i propri occhi. Altrettanto conosciuta qui, è la statua del cane Hachiko.
Questo quartiere merita di essere visto anche di notte: affascinante con tutte le migliaia di luci accese e quasi sconvolgente la quantità di gente che c’è in giro!

Piccola parentesi: la fermata della metropolitana Shibuya è una delle stazioni della metro più grandi che abbia mai visto in vita mia!

Il famoso Shibuya Crossing

Shinjuku

Anche questo quartiere colpisce per la sua vivacità e per la quantità di gente che c’è! Considerato come il “quartiere che non dorme mai”, a Shinjuku puoi fare un po’ di tutto: se ami lo shopping non hai che l’imbarazzo della scelta, per mangiare e bere trovi un’infinità di locali, se vuoi goderti un po’ di relax seduto su di un bel prato, puoi andare al Shinjuku Gyoen, una delle aree verdi più belle in città.

Il panorama che si vede dal Tokyo Metropolitan Government Building

Tappa fondamentale è il Tokyo Metropolitan Government Building, vale a dire il Municipio di Tokyo…e ti chiederai perché.
Composto da due torri altissime, è possibile salire fino all’ultimo piano e vedere Tokyo dall’alto.
La torre Nord apre dalle 9:30 alle 23, mentre la torre Sud dalle 9:30 alle 17:30 (ma fino alle 23 i giorni in cui la torre Nord è chiusa).
La cosa più interessante è che si può godere del panorama gratuitamente, non c’è nessuna entrata da pagare!

Harajuku

Questo quartiere si trova poco distante da Shibuya ed è conosciuto per i cosplayer che girano per la zona soprattutto nel fine settimana.
Anche qui trovi negozi alquanto stravaganti: piccoli atelier, negozi con abbigliamento vintage in stile rock/metal, studi di tatuaggi, negozietti con giochi vintage…ho trovato un piccolo negozio che vendeva le casette delle Polly Pockets!

Le strade principali da percorrere sono Takeshita Dori Street, Meiji Dori e Omotesando Dori.
Da vedere assolutamente in questo quartiere è il Parco Yoyogi, immenso e bellissimo ed il suo vicino Santuario Meiji, uno dei luoghi sacri più simbolici di Tokyo.

Io ed il Santuario Meiji

Akihabara e Ikebukuro

Akihabara è un quartiere stranissimo, alquanto originale. Lo definire un enorme supermercato dell’elettronica a cielo aperto. Qui trovi i negozi più assurdi dove puoi trovare qualsiasi tipo di oggetto e gadget che abbia a che fare con la tecnologia, moderna  e vintage. Si, perché puoi comprare anche vecchi pc, i primissimi degli anni ’80, così come videogiochi, manga e molto altro.
A rendere questo quartiere ancora più particolare sono i suoi locali a tema, come le caffetterie dove coccolare i gatti o i Maid Café, ovvero i bar dove le cameriere sono vestite in stile vittoriano-francese, con abiti sfarzosi pieni di pizzi e merletti.

Il quartiere di Ikebukuro è un mix tra Akihabara e Shinjuku. Grandi e piccole strade piene di negozi. E’ il paradiso per chi vuole trascorrere le proprie giornate facendo shopping. 

Ginza e Roppongi

Questi due quartieri si contraddistinguono per la loro eleganza e lusso.
Ginza è una zona chic dove trovi negozi di alta moda, locali esclusivi ed un importante centro economico.
Qui puoi visitare il Palazzo Imperiale (solo con visita guidata e solo in determinati orari) ed i suoi giardini.
Qui fino a qualche anno fa c’era anche il Mercato del pesce Tsukiji, che però è stato trasferito sull’isola di Odaiba.

Roppongi è il quartiere della vita notturna per eccellenza.
Io in verità ci sono passata di giorno e non mi ha colpito particolarmente, però mi è piaciuto comunque passeggiare tra le sue strade.
Da vedere: la Tokyo Tower, simile alla Torre Eiffel ed il Tempio Zojo-ji.

Ah dimenticavo! Vicino all’entrata della Mori Tower, nel complesso delle Roppongi Hills, si trova il ragno gigante, l’opera d’arte come quella presente vicino al Museo Guggenheim di Bilbao. 

Odaiba

Il quartiere più strano e curioso di tutta la città. Hai presente il cartone animato Futurama?
Ecco, mi sembrava di vivere a Futurama. Questo distretto, situato su di un’isola, si raggiunge prendendo un treno sopra elevato che passa in mezzo a grattacieli e centri commerciali. 

Oltre ai mall e ai parchi tematici, puoi rilassarti passeggiando per le sue lunghe strade, goderti il tramonto dal Rainbow Bridge e mettere i piedi a mollo nelle acque della baia di Tokyo. 
Presso l’Odaiba Marine Park si trova anche una spiaggia, finta ovviamente, ma perfetta per riposarsi e godere del panorama.

La spiaggia di Odaiba

Yanaka

Questo è un quartiere secondario, poco conosciuto e poco turistico, ma io l’ho adorato!! Leggermente distante dal quartieri più centrali, può essere raggiunto in metropolitana o anche a piedi dal Parco Ueno (ci si mette circa 30/40 minuti).

L’atmosfera qui è completamente diversa, non sembra di stare a Tokyo.
Non ci sono grattacieli, né centri commerciali ma piccole casette in legno, graziose botteghe, ristoranti affacciati sui vicoletti.
Un quartiere silenzioso ed affascinate, dove sembra di tornare indietro nel tempo, nella Tokyo degli anni ’50.

Ho adorato questa zona, passeggiare per le sue strade senza troppa gente in giro, la pace dei sensi. Sono stata qui l’ultimo giorno ed è stato come rigenerarsi dopo una settimana intensa immersa nel caos.

Il tranquillo quartiere di Yanaka

Bellissimo il Tempio Tennoji ed il cimitero. Si perché detta così può suonare un po’ macabro, però questo cimitero è molto particolare, immerso nel verde. Le sue tombe sono distribuite lungo viali pieni di alberi di ciliegio e si prova una certa sensazione di tranquillità e pace interiore.

Attorno al cimitero si trovano anche altri templi e piccole pagode che possono essere visitate (solo da fuori, però si può passeggiare nei giardini interni). Se hai tempo, questo distretto di Tokyo merita assolutamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.