Viaggiare in camper lungo la Costa Brava. Vivi l’esperienza con Goboony!


Pronto ad organizzare il tuo prossimo viaggio in camper in Costa Brava?

Amo i viaggi su strada, li ho fatti in passato e li rifarei sempre ed ho da poco scoperto che in Europa puoi viaggiare utilizzando il servizio Goboony, prenotando camper dati in condivisione da proprietari privati. 
Ottimo progetto, no?

Partiamo subito da un concetto base: viaggiare in camper o in minivan ti dà la libertà più assoluta.
Hai la possibilità di scegliere le tappe che vuoi e quando vuoi, puoi fermarti in un luogo e decidere sul momento quanto rimanere, puoi goderti il tramonto dal finestrino e dormire a pochi passi dalla spiaggia.

La mia prima esperienza in van l’ho fatta in Australia, con un Volkswagen piccolissimo, ma che mi ha regalato un’infinità di gioie.
Ammetto che un viaggio in camper non l’ho mai fatto, ma deve essere un’esperienza bellissima!
D’altronde è come avere una piccola casetta itinerante!

Oltretutto, considero il viaggio in camper anche un’ottima alternativa per chi viaggia lavorando. 
Se lavori da remoto e sei un nomade digitale, il camper può perfettamente trasformarsi in un ufficio per qualche ora al giorno, basta solo organizzarsi per avere una buona connessione internet. Mi sembra un’opzione geniale!

In Europa sono infinite le destinazioni che si possono raggiungere con il camper, però partendo da Barcellona, ho pensato subito alla Costa Brava, con le sue bellissime calette, i villaggi di pescatori  ed i paesini medievali.
Con un camper possono essere pianificate diverse tappe lungo la costa e puoi scoprire tante incredibili destinazioni.

Come funziona il noleggio camper con Goboony

Affittare un camper con Goboony è facilissimo!
Non devi far altro che collegarti alla pagina web di Goboony e creare un account.
Una volta completato il tuo profilo, puoi iniziare a cercare il camper che fa per te: scegli la destinazione, le date di partenza e ritorno, il numero di posti letto ed il sistema ti indicherà quali sono i camper disponibili.
Individuato il camper che ti piace, puoi inviare la richiesta al proprietario.

Sulla pagina web, nella sezione “Domande più frequenti” puoi trovare anche tutte le informazioni necessarie per procedere con la richiesta, passo dopo passo. 

Quando viaggiare in Costa Brava con un camper

Il periodo migliore per visitare la Costa Brava in camper va sicuramente da primavera all’inizio dell’autunno.
Eviterei l’inverno perché, per quanto l’inverno sul Mediterraneo sia mite, nel nord della Costa Brava fa parecchio freddo vista la vicinanza con i Pirenei.

L’estate è sicuramente un ottimo periodo, soprattutto per godersi il mare, però è sicuramente la stagione più affollata. A mio avviso, i mesi migliori sono maggio, luglio e settembre.

Il castello di Tossa de Mar

Itinerario e soste. 10 destinazioni per scoprire la Costa Brava

La costa catalana è conosciuta per le sue località balneari, le sue spiagge e calette, la vita notturna, i piccoli paesini antichi.
Tra le destinazioni più popolari ci sono sicuramente  Lloret de Mar, Tossa de Mar, Palafrugell e, Cadaqués

NOTA IMPORTANTE: Con un camper bisogna sapere dove parcheggiare ed in Costa Brava bisogna fare attenzione perché ci sono diverse aeree protette in cui non si può sostare.
Ti consiglio di scaricare l’app Park4night, ottima per trovare parcheggi, campeggi, aree di servizio per camper dove è possibile la sosta.

Ecco un’idea di itinerario (di almeno una quindicina di giorni):

  • Lloret de Mar
  • Tossa de Mar
  • Palamos
  • Palafrugell
  • Peratellada e Pals
  • Estartit
  • L’Escala
  • Figuerues
  • Cadaques

Lloret de Mar

Questa località è conosciuta principalmente dai giovanissimi per la sua vita notturna, però offre anche spiagge molto belle ed un centro storico piccolino, ma carino.

Puoi visitare Plaça de la Vila, il palazzo municipale in stile neoclassico, la Chiesa di Santa Roma e salire su fino al Castello di Sant Joan. Non perderti i i Giardini di Santa Clotilde, un terreno di 27.000 mq caratterizzato da immensi spazi verdi e fontane monumentali.

Tra le spiagge più belle di Lloret de Mar, oltre alla spiaggia urbana lunga 1,5km, ti consiglio di raggiungere Cala Boadella, Cala Santa Cristina, Sa Caleta e Platja de Fenals.

Tossa de Mar

Tossa de Mar è un piccolo villaggio di pescatori ricco di fascino.
Vila Vella, il centro storico, è un reticolo di viuzze medievali protette dal castello che può essere raggiunto risalendo la muraglia.

Lo sai che il Castello di Tossa de Mar è l’unica fortezza medievale costiera ancora esistente in Catalogna?

Per quanto riguarda le spiagge, Platja Gran è la principale, adiacente al centro storico e quindi facilmente accessibile, però in piena estate è decisamente troppo affollata.
Con il camper puoi spostarti lungo la costa e raggiungere altre calette che offrono un’acqua cristallina dove poter anche fare un po’ di snorkeling.

Cala Bona, Cala Pola, Cala Giverola e Cala Sa Futadera meritano una sosta.
Alcune però sono raggiungibili solo a piedi, quindi dovrai parcheggiare il camper e camminare un po’.

Palamos

Palamos

Villaggio delizioso conosciuto soprattutto per il suo porto, tra i più importanti della Catalogna.
Qui si trova la Loggia in cui tutti i giorni si svolge la vendita all’asta del pesce fresco quando, al tramonto, i pescherecci rientrano in porto con la pesca del giorno.

Tra le spiagge, non perderti la caletta di Castell e Cala Estreta.

Calella de Palafrugell

Calella de Palafrugell

Per me uno dei villaggi di pescatori più spettacolari della Costa Brava perché, nonostante sia diventata una località turistica, ha saputo mantenere la propria autenticità: casette bianche, barchette parcheggiate a riva, vicoletti piene di botteghe d’artigianato.
Una passeggiate tra le sue stradine è davvero piacevole, sopratutto di sera.

Se sul camper porti anche le biciclette, consiglio un bel giro in bici fino ai vicini paesi di Llanfranc e Tamariu. Puoi visitare le numerose calette distribuite tra queste località e goderti un’atmosfera più rilassante (Calella de Palafrugell è sempre molto frequentata).

Le stradine di Peratellada

Peratallada e Pals

Prendi il camper e allontanati per almeno una notte dalla costa.
Visita i borghi medievali situati all’interno della comunità catalana, più precisamente nella zona del Baix Empordá… sono uno spettacolo!
Di Pals, ti innamorerai follemente!

Borghi suggestivi che conservano l’antico aspetto feudale ed un’architettura medievale.
Sono luoghi magici, soprattutto di notte.. sembra di stare all’interno di un film!

Estartit

Per raggiungere Estartit, si ritorna sulla costa: questa zona a mio avviso è forse un po’ troppo commerciale, con grandi hotel affacciati sul mare, però ti consiglio di visitare Passeig Molinet, uno degli angoli nascosti: la spiaggia è più piccola e meno frequentata.

Se hai tempo, prendi il ferry e raggiungi le isole Medes, un arcipelago di piccole isole situato a 1 miglio dal mare proprio di fronte alla città di l’Estartit. Un parco naturale protetto ricco di flora e fauna e perfetto per chi ama fare immersioni subacquee.

L’Escala

L’Escala è un buon mix tra mare e cultura. Da una parte le sue calette di acqua azzurra cristallina, dall’altra parte il patrimonio storico ancora ben conservato.
Il centro storico de L’Escala non è  però la zona più famosa! Molto più interessante è la vicina cittadina medievale di Sant Martí d’Empúries e le rovine di Empuries.

Parlando invece di spiagge, ti consiglio Playa de Les Barques, Platja de les Muscleres e Cala Montgò, una delle spiagge più belle della Costa Brava.

Figueres

Come ultime tappe del viaggio nomade in camper, ci sono forse le due località più importanti: Figueres e Cadaques.

Figueres è una destinazione prettamente culturale. D’obbligo sono la visita al Museo di Salvador Dalí ed un giretto per le strade del centro storico.
Se hai tempo, raggiungi anche il Castell de Sant Ferran, uno dei castelli fortezza con il maggior perimetro d’Europa.

Cadaques

Cadaques

Il gioiellino per eccellenza! Sicuramente è una delle località turistiche più frequentate e la zona del porto, tra bar e ristoranti, è sempre molto affollata (soprattutto in piena estate), però il suo centro storico è davvero un incanto.
Casette bianche, finestre azzurre, fiori esposti ovunque, piccole botteghe artigianali, infinite barchette parcheggiate poco distanti dalla riva.

Concludi il viaggio raggiungendo il Faro di Cap de Creus per godere dello splendido panorama sulla costa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.